Vuoi saperne di più in tema di telefonia fissa, mobile, internet, etc.?

A seguire, una sintesi dei principali problemi riscontrati dai cittadini in questo settore.

Cittadini e telecomunicazioni (sintesi Rapporto Pit 2011)

E’ dal settore delle telecomunicazioni che arrivano più lamentele (21% del totale), e in particolare dalla telefonia fissa, che risulta essere evidentemente in stato di abbandono da parte delle aziende, a vantaggio di altri business come telefonia mobile e internet. Sebbene in calo di 23 punti sul 2009,  i reclami relativi alla telefonia fissa sono quasi la metà del totale (48%).

I disservizi che fanno più dannare i consumatori si riferiscono alla bolletta (come la richiesta di pagamenti non dovuti in fattura), e sono ancora circa un quinto le segnalazioni per problemi durante il cambio operatore, legati soprattutto alla portabilità. Il cambio operatore è infatti uno dei nodi cruciali, visto che i problemi legati alla portabilità rappresentano il 28% dei casi segnalati nella telefonia fissa e ben il 64% in quella mobile. E la casistica dimostra che, nonostante le leggi comunitarie e interne sulla liberalizzazione del settore, i consumatori non sono affatto liberi di scegliere senza incontrare complicazioni, tra cui tempi di attesa troppo lunghi, pratiche aggressive o ingannevoli, doppia fatturazione.

Telefonia mobile. Crescono del 7% le segnalazioni pari al 22% del totale e in testa ci sono i problemi per cambiare operatore (23%), seguiti da quelli relativi alla bolletta (21%). Internet. I problemi del web totalizzano il 20% delle lamentele, con un +12% sul 2009: in pratica 1 cittadino su 5 ha chiamato per denunciare anomalie sulla qualità del servizio e sulla copertura dell’Adsl. Chiudono la lista i servizi televisivi col 10%, riguardanti soprattutto la Pay tv (64%) ma nell’anno dello switch over fallisce anche il digitale terrestre, criticato dal 36% degli utenti.

telefonia fissa
Cittadinanzattiva – XI Relazione PiT Servizi, 2011

telefonia mobile
Cittadinanzattiva – XI Relazione PiT Servizi, 2011

 

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.