La società, già in amministrazione straordinaria da novembre 2011, e in regime di sospensione dei pagamenti e delle passività, nel 2012 è stata sottoposta alla procedura di liquidazione coatta amministrativa, in seguito a un decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 16 luglio 2012, emanato su proposta della Banca d'Italia.

 


Il tutto in danno dei correntisti, che si sono trovati da una parte impossibilitati a prelevare contanti presso gli sportelli bancomat, dall'altra insolventi nei pagamenti di bollette, rate di mutui o finanziamenti, e a volte perfino iscritti nelle liste di cattivi pagatori!
Se prima si temeva per i correntisti di Banca Network di non riuscire a recuperare le somme depositate, ora la tutela è certa. Grazie al Fondo Interbancario ciascun correntista otterrà un rimborso con un tetto massimo di 100 mila euro. Per saperne di più, leggi le FAQ e scarica la lettera di reclamo.

 

(ultimo aggiornamento: luglio 2012)

Per maggiori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Condividi

Stai parlando con SUSI
Realizzato nell'ambito del progetto Consapevolmente consumatore, ugualmente cittadino, finanziato dal Ministero dello sviluppo economico (DM 7 febbraio 2018)

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.