Consumatori

concorrenza 2015 02 19

“Pratiche commerciali scorrette, in quanto aggressive”: sono quelle che, a giudizio dell’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato, Telkom S.p.A. ha messo in atto autonomamente per recuperare vari crediti a favore di Sky, inviando ai clienti “atti di citazione in giudizio presso sedi di Giudici di Pace senza il rispetto del Foro competente”. Scarica il provvedimento Antitrust. Approfondisci

ivass 2015 02 19

Nell’ambito dei periodici incontri organizzati dall’Ivass con le associazioni dei consumatori, il 21 gennaio 2015 si è svolta la prima riunione del 2015 alla quale hanno partecipato le associazioni maggiormente rappresentative, tra cui Cittadinanzattiva.  Nella prima parte dell’incontro, alla presenza anche dell’ANIA, è proseguito il confronto sul tema della Conciliazione Paritetica per i sinistri rc auto. La riunione è proseguita con degli aggiornamenti sulle azioni di vigilanza che Ivass sta portando avanti in collaborazione con alcune Autorità di settore. Leggi il comunicato stampa

matrimonio

Questo il titolo della nuova guida per i cittadini presentata il 29 gennaio, presso la sede del Consiglio Notarile a Roma. La nuova guida per il cittadino sul matrimonio è a cura del Consiglio Nazionale del Notariato in collaborazione con 12 tra le principali Associazioni dei Consumatori (Adiconsum, Adoc, Altroconsumo, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori). Scarica la guida

ryanair 2015 03 04jpg

Sanzione amministrativa per complessivi 550.000 euro a Ryanair, la compagnia aerea irlandese di voli low cost, per pratiche commerciali scorrette. Sotto accusa, in particolare, le modalità di assistenza fornite ai passeggeri attraverso un servizio di call center raggiungibile esclusivamente tramite numerazioni a sovrapprezzo. Continua a leggere

Novità in vista per i cittadini in tema di pratiche amministrative e burocrazia: da gennaio 2015 entra in vigore l’anagrafe unica. Approfondisci

730 2015 03 04

È operativo dal primo gennaio il nuovo Isee strumento che fotografa la situazione economico-patrimoniale di chi intende fruire di prestazioni sociali agevolate. Non cambia il metodo di calcolo dell’Isee né la nozione di Ise (somma dei redditi e quota di patrimoni immobiliari e mobiliari di tutti i componenti il nucleo familiare). Si introducono alcune modalità diversificate di calcolo a seconda dell’utilizzo. Continua a leggere

sale

La catena di supermercati Coop ha ritirato dagli scaffali le confezioni di sale fino Italkali da 1 kg e ha invitato i consumatori a non consumare il prodotto, a causa della non conformità dell’imballaggio. Secondo le nostre fonti l’Arpa del Lazio ha riscontrato nel cartone utilizzato per la confezione un eccesso di piombo e questo ha determinato il ritiro del prodotto. Continua a leggere

equitalia 2015 03 04

Dalle pieghe della legge di stabilità 2015, arriva la sorpresa inaspettata per i contribuenti italiani: una nuova mini sanatoria sulle cartelle di Equitalia, che arriva a togliere dal groppone qualche debito di troppo alle famiglie. Continua a leggere

norvegia pagamenti elettronici 2015 03 04

Italian E-Payment Coalition (IEPC) nasce dall'idea di quattro associazioni di consumatori - Movimento Difesa del Cittadino, Cittadinanzattiva onlus, Confconsumatori e Assoutenti - con l'obiettivo di sensibilizzare il cittadino al corretto uso della moneta elettronica, perché la velocità e la sicurezza dei pagamenti, insieme alla possibilità di acquistare ovunque e con più dispositivi, sono tra i fondamenti di un'economia sostenibile. Approfondisci

natura copy

Nel libro “L’etichetta”, Dario Dongo al paragrafo 2.3 scrive che la dicitura delle contaminazioni crociate è obbligatoria mentre da più parti alcuni segnalano che tale dicitura è facoltativa. La dicitura in etichetta è obbligatoria o no? Ecco cosa risponde  Dongo sulla parte del Regolamento Comunitario 1169/11.Leggi l'intervista. "Io leggo l'etichetta" lancia la raccolta firme per impedire che scompaia dalle etichette dei prodotti italiani l'indicazione dello stabilimento di produzione. Firma la petizione

logo wind 2015 03 04

Dal 21 luglio scorso Tim e Vodafone hanno reso a pagamento i propri servizi di avviso di chiamata denominati rispettivamente Lo Sai e Chiama Ora e Servizio Recall. Presto anche chi utilizza sim card Wind dovrà pagare per conoscere chi ha provato a contattarlo quando il proprio dispositivo era spento, occupato o irraggiungibile. Continua a leggere

Adiconsum, Adoc, Adusbef, Cittadinanzattiva, Federconsumatori e Legaconsumatori, dicono no ai tagli previsti da legge di stabilità,danno anche per pubblica amministrazione, senza lavoro patronati previste maggiori spese per oltre 650 milioni di euro. Leggi il comunicato stampa

Migliorare la qualità dei prodotti e dei servizi postali, rafforzando il confronto costruttivo e trasparente con le organizzazioni che rappresentano i consumatori. Sono questi i temi-chiave al centro dell’Accordo-quadro firmato oggi da Poste Italiane con 19 Associazioni dei consumatori che prosegue in questo modo il percorso di collaborazione. Scarica il comunicato stampa

Le vecchie cartelle saranno di fatto “cancellate” se il debito non è superiore ai 300 euro di importo. Da sottolineare che non fa testo la somma delle cartelle ricevute, bensì l’importo singolo di ogni cartella. Per chiarire: chi ha ricevuto un numero X di cartelle da 200 euro l’una (o altro importo inferiore a 300) sarà benedetto dalla sanatoria. Continua a leggere

Cambiano i pignoramenti in Italia in base ad una nuova norma inserita nell’ambito della riforma della giustizia. Le espropriazioni di beni mobili, degli immobili e di crediti potrebbero avviarsi verso una facile estinzione. Continua a leggere

Anche per l'e-commerce è possibile attivare la procedura di conciliazione paritetica, e risolvere in via bonaria e rapida un eventuale contenzioso insorto con l'azienda. Se in seguito a un acquisto online hai subito un disservizio, e non hai ottenuto risposta al reclamo, o la risposta era insoddisfacente, puoi tutelarti attivando la procedura paritetica di conciliazione tramite una delle associazioni firmatarie del protocollo, tra cui Cittadinanzattiva. Per maggiori info è possibile rivolgersi al PiT di Cittadinanzattiva. Scarica la domanda e il Regolamento di conciliazione

Siglato il protocollo di conciliazione tra Sky e Cittadinanzattiva. Gli utenti del servizio di televisione a pagamento Sky Italia, in caso di disservizio, potranno attivare la procedura di conciliazione per risolvere bonariamente, in modo rapido  gratuito ed efficace, un eventuale contenzioso insorto con l'azienda di Pay tv. La procedura, attiva dal 1 dicembre 2014, parte in via sperimentale per un anno. Per maggiori info è possibile rivolgersi al PiT di Cittadinanzattiva. Scarica il Regolamento e la Domanda di conciliazione. Leggi il comunicato stampa

Ti hanno attivato un contratto non richiesto? Non riesci a risolvere un problema con la bolletta dell'energia o del gas? Per ricevere tutela nelle controversie relative al settore energetico, rivolgiti agli sportelli del progetto "Energia: diritti a viva voce!" 31 sportelli attivi sul territorio nazionale e 18 associazioni dei consumatori, insieme per garantire una maggiore tutela ai consumatori/utenti del servizio energetico italiano. Gli sportelli di Cittadinanzattiva in Sardegna e Lazio

Arachidi, latte, senape, pesce, glutine: le sostanze che provocano allergie o intolleranze alimentari dovranno essere indicate nei menù di ristoranti e bar, di gelaterie e gastronomie. Non si sa ancora se ci sarà un “foglietto informativo” come per i farmaci, o un libro degli ingredienti, ma questo è l’obbligo previsto da un regolamento europeo che entrerà in vigore il prossimo 13 dicembre, quando gli ingredienti fonte di allergia e intolleranze alimentari dovranno essere segnalati da tutti gli operatori dell’alimentare. Continua a leggere

Rottamare la finanza speculativa e ridare centralità al concetto di finanza al servizio della persona e dell’economia reale. Alcuni Paesi dell’Unione Europea, tra cui l’Italia, potrebbero farlo al prossimo Consiglio dei Ministri delle finanze del 9 dicembre. Ma dobbiamo farci sentire per essere più forti delle lobby della finanza mobilitate a far naufragare questo progetto. Sostieni con noi la petizione urgente al Ministro Padoan per una #RobinHoodTax

Condividi