Consumatori

familyline jpeg

Il Progetto, ideato dal Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri e attuato in collaborazione con FormezPA - Centro servizi, assistenza, studi e formazione per l'ammodernamento delle P.A., vuole garantire alle famiglie italiane l’accessibilità ai servizi pubblici. Disponibile per i cittadini un Contact Center con un numero verde gratuito 800.254.009, attivo dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 17.00, e un Portale on line. In entrambi i casi vengono fornite alle famiglie informazioni complete e aggiornate utili a guidare il cittadino nella fruizione di alcune misure specifiche rivolte alla famiglia dal bonus bebè al bonus famiglie numerose, dalle agevolazioni famiglie a basso reddito al divorzio breve, ai congedi parentali etc..

Approfondisci a questo link

documenti

A quanto pare sembrerebbe di si, e il Bel Paese sembra detenere il primato per la quantità di moduli  che i cittadini devono compilare, anche a volte per confermare precedenti moduli.. perfino per dichiarare di essere vivo o morto! Potremmo dire che siamo una Repubblica fondata sui moduli! Ma vediamo quali sono i dieci moduli più assurdi che l’amministrazione pubblica prevede.

Stando al decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze pubblicato di recente in Gazzetta Ufficiale, da ora in poi tutte le cartelle Equitalia non riscosse, transatte o dilazionate, dovranno essere annullate. In particolare il provvedimento del Ministero disciplina le modalità operative con cui dovrà avvenire l’annullamento dei ruoli resi esecutivi fino al 31 dicembre 1999 (con conseguente rimborso ad Equitalia delle relative spese sostenute.

citofono

Secondo l’interpretazione della Commissione Tributaria della Puglia che, con una recente sentenza ha accolto il ricorso di un contribuente contro un atto notificatogli dall’Agenzia delle Entrate, l’avviso di notifica del deposito alla casa comunale, perché sia valido, deve essere affisso solo sulla porta dell’abitazione del destinatario e non su altre parti come ad esempio il portone del palazzo.

 

noalfalso

E' questo il titolo della interessante iniziativa finanziata dal Ministero dello Sviluppo economico Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione - UIBM e realizzata dalle associazioni dei consumatori, tra cui Cittadinanzattiva. L'obiettivo dell'iniziativa è quello di mettere in campo attività di informazione e di sensibilizzazione per i cittadini sulla contraffazione e sulla tutela della proprietà industriale.

shopping

Come di consueto arriva l'estate e con essa i tanto attesi saldi di fine stagione. Per non rimanere delusi ed acquistare i capi desiderati in tutta tranquillità basta adottare alcuni accorgimenti.

Se ne parla in maniera approfondita a Otto e mezzo, nell’editoriale di Paolo Pagliaro su La 7 dello scorso 13 giugno. Il tema principe è l’efficacia della Class action, come azione di tutela collettiva a vantaggio dei consumatori che quotidianamente subiscono disservizi nell’ambito dei servizi di pubblica utilità, dai trasporti alla telefonia, dai servizi bancari a quelli assicurativi e del settore energia. Fotografia di questa situazione di criticità emerge anche nell’ultima

contraffazione

E' questo il titolo della interessante iniziativa finanziata dal Ministero dello Sviluppo economico Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione - UIBM e realizzata dalle associazioni dei consumatori, tra cui Cittadinanzattiva. L'obiettivo dell'iniziativa è quello di mettere in campo attività di informazione e di sensibilizzazione per i cittadini sulla contraffazione e sulla tutela della proprietà industriale. Previsti road show e divertenti flash mob per dire NO alla contraffazione!

Perché tanta gente preferisce la macchina ai mezzi pubblici? Perché la macchina è più comoda mentre sui mezzi pubblici c’è più confusione, e poi manca una vera cultura del mezzo pubblico. E se tutti prendessimo solo i mezzi pubblici? Non ci sarebbe più traffico! Perchè differenziare i rifiuti? Perché riciclare è meglio che buttare! Come produrre meno rifiuti?

Si è svolto a Roma il 9 e 10 giugno il primo corso di formazione per conciliatori Unirec, frutto di un Protocollo di conciliazione paritetica siglato tra il forum Unirec e alcune associazioni dei consumatori tra cui Cittadinanzattiva.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.