Equitalia in 72 rate

Con direttiva del 7 maggio 2013, Equitalia ha innalzato da 20 mila a 50 mila euro la soglia d’importo per ottenere la rateazione automaticamente, senza dover dimostrare la situazione di difficoltà economica. Inoltre, per qualsiasi importo venga richiesta la rateizzazione, il numero massimo di rate è di 72, anche se ciascuna rata non dovrà essere inferiore a 100 euro. Approfondisci

Biglietti scontati Alitalia per i pazienti diretti in 3 ospedali

La compagnia aerea ha siglato nuovi accordi con alcune strutture ospedaliere di Roma, Genova e Milano. La riduzione vale per l'andata e per il ritorno e potrà essere estesa ad un eventuale accompagnatore. Consentito modificare le date della prenotazione senza penali. Approfondisci

Violazioni della privacy: scatta obbligo segnalazione Authority

Scatta l'obbligo per società telefoniche e Internet provider di avvisare il Garante privacy e gli utenti quando i dati trattati per fornire i servizi subiscono gravi violazioni a seguito di attacchi informatici o di eventi avversi, come incendi o altre calamità, che possano comportare perdita, distruzione o diffusione indebita di dati. Approfondisci

AEEG: no al distacco senza preavviso

Dal 1 maggio 2013 sono entrate in vigore le nuove regole dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas che prevedono l'obbligo di preavviso per i distacchi delle forniture per l’energia elettrica e/o del gas naturale. Le novità prevedono tempi certi per i consumatori e una rapida comunicazione della procedura di costituzione in mora e l’eventuale successiva richiesta di sospensione della fornitura. In questa maniera, si evitano i distacchi delle forniture senza preavviso. Approfondisci

Riparte il Fondo solidarietà mutui prima casa

Si tratta del Fondo destinato a tutte le persone che si trovano in difficoltà economiche e non riescono a pagare le rate del mutuo acceso per l'acquisto della prima casa. In determinati casi e condizioni, infatti, si può accedere al fondo e sospendere così le rate del proprio mutuo fino a un massimo di 18 mesi di tempo. Approfondisci e scarica il modulo

Servizio conciliazione dell'AEEG

Dal 1 aprile i consumatori hanno un canale in più per tutelare i propri diritti e dirimere in via bonaria una controversia nel settore energia. E' infatti attivo "Servizio conciliazione" la procedura di conciliazione istituita dall'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas. E' possibile rivolgersi a Cittadinanzattiva per attivare la procedura. Approfondisci

Voucher per baby sitting o contributi per l'asilo nido

Per venire incontro alle difficoltà delle madri lavoratrici e favorire il rientro al lavoro dopo il congedo di maternità obbligatorio, la legge 92/2012 dà la possibilità alle madri di richiedere un contributo per il pagamento di una baby sitter o un contributo per il pagamento della retta dell’asilo. Il contributo, pari a 300 euro mensili, può essere richiesto per un massimo di 6 mesi divisibile solo per frazioni mensili intere. Approfondisci

"Non azzardiamoci"

E' il nome dell'iniziativa promossa a Lecco e provincia, per evidenziare i rischi del gioco d'azzardo e arginarne il fenomeno. In pratica, sulle vetrine dei bar e degli esercizi commerciali della zona, che abbandoneranno le macchinette, verrà esposta la scritta "Non azzardiamoci". In questo modo viene data visibilità pubblica a tutti gli esercizi commerciali che scelgono di liberarsi da slot machine e videopoker". Approfondisci

Dal 1 giugno biglietti del trasporto locale a 2 euro

Una corsa in autobus o in metropolitana da giugno costerà di più. E' quanto stabilisce un accordo nazionale, secondo il quale l'aumento sarà adottato in tutti i Comuni. Approfondisci

AEEG: Bollette energia meno care

Da aprile infatti le bollette di luce e gas sono meno care rispettivamente dell'1% e del 4%. Lo comunica l’Aeeg - Autorità per l'Energia elettrica e il gas -, che quantifica il risparmio complessivo in circa 60 euro all’anno per ogni famiglia. Approfondisci

Acquisti online:attenti all'etichetta!

Prezzi stracciati se acquisti online? Si, ma prima dell'acquisto controlla chi è il fornitore o il produttore del bene, eviterai così spiacevoli sorprese! Approfondisci

In arrivo il Grande Fratello dei conti correnti

A ottobre le banche dovranno inviare i primi dati all'Agenzia delle Entrate. Il direttore dell'Agenzia ha infatti firmato il provvedimento che rende operativa l'Anagrafe dei rapporti finanziari. Uno strumento in più per la lotta all'evasione fiscale, ma anche un occhio vigile su conti correnti, depositi, contratti derivati, fondi pensioni, investimenti vari, acquisti di oro e preziosi, utilizzo delle carte di credito e persino delle cassette di sicurezza. E la privacy dei consumatori? Approfondisci

Quanto dura un elettrodomestico?

A quanto sembra ultimamente i prodotti durano meno e sono anche più difficili da riparare. Così i consumatori spendono di più e le vendite aumentano. Ma non saranno programmati per rompersi? Approfondisci

L'Italia sempre più povera

Pil in caduta, consumi ancora a picco e allarme povertà. Secondo le stime dell'ufficio studi di Confcommercio, diffuse in occasione del Forum di Cernobbio, nel corso del 2013 saranno oltre 4 milioni le persone “assolutamente povere”  in Italia. Per il 2011 il dato certificato dall'Istat indicava 3,5 milioni di poveri. Negli ultimi cinque anni l'Italia “ha prodotto” 615 nuovi poveri al giorno. Approfondisci

La paura è nel piatto

Dalla mucca pazza, ai tortellini, alla carne di cavallo, passando per il latte alla melamina e la mozzarella blu. Tutti i casi che ci hanno fatto aver paura del cibo che mangiamo negli ultimi 20 anni.Approfondisci

Facebook: attenti ai falsi messaggi

Il social network più utilizzato dalla rete promette prodotti gratuiti in cambio di una condivisione e di un "Mi piace". E' questo il messaggio che gira su una serie di pagine del social, ma attenti perchè si tratta di una truffa! Approfondisci

Ivass: attenti alle truffe

L'Ivass, l'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, segnala casi di commercializzazione di polizze r.c. auto contraffatte, anche aventi durata temporanea (5 giorni). I siti web accusati sono i seguenti www.playitalia.eu, www.assicurazione5gglowcost.it e www.mediabrokerline.com. Approfondisci

Stop ai cosmetici sperimentati sugli animali

A stabilirlo è l'Unione Europea: dallo scorso 11 marzo è stata vietata la vendita in tutto il territorio comunitario di ingredienti e prodotti cosmetici che siano stati sperimentati sugli animali. Il divieto si estende anche ai test stessi sugli animali, in base all’entrata in vigore delle nuove normative europee che, a partire dall’11 luglio 2013, sostituiranno quelle del 1976. Approfondisci

Indagine Istat sui consumi

Secondo l'Istat infatti, l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività aumenta dello 0,1% rispetto al mese precedente e dell'1,9% nei confronti di febbraio 2012 (in calo rispetto al 2,2% registrato a gennaio). Approfondisci

Al via i rimborsi delle polizze assicurative "dormienti"

I risparmiatori  che non hanno potuto riscuotere le polizze assicurative, perché trascorsi più di due anni dalla morte, dell’assicurato possono chiedere il rimborso delle polizze prescritte prima del 29 ottobre 2008.  I soldi di questi consumatori erano stati trasferiti dalle compagnie al Fondo dormienti, senza nessuna possibilità di essere risvegliate. Il decreto legge "crescita" (dl 79/2012) ha portato il termine di prescrizione per le polizze vita da 2 a 10 anni. Così resta più tempo per recuperare i soldi legati a una polizza vita scaduta e "dimenticata", prima che la compagnia giri i soldi al "Fondo dormienti". Approfondisci

Primo piano
fasce deboli servizi pubblici locali pp

Fasce deboli e servizi pubblici locali: quali tutele per le famiglie

La famiglia media italiana è diventata sempre più, negli anni, soggetto debole, stretta fra crisi economica e un sistema di welfare non più adeguato ad una società profondamente mutata. Dalle tariffe per i servizi pubblici locali (acqua, rifiuti, asili nido, trasporti) alle utenze di gas e luce, ai mutui, ai servizi sanitari, i soggetti erogatori mettono a disposizione delle cosiddette fasce deboli misure altrettanto deboli, anacronistiche e disomogenee a livello territoriale. Ecco i dati della ricerca di Cittadinanzattiva e il comunicato stampa

Primo Piano