Consumatori

iosonooriginale

Dopo il grande successo del road show e dei flash mob che hanno caratterizzato la campagna di comunicazione  nazionale, il 26 settembre scorso è stata la volta di un altro importante appuntamento targato “Io Sono Originale”: nella  prestigiosa cornice internazionale dell'Expo si è tenuto il workshop "Consumatori, aziende e istituzioni: un'alleanza Originale".

abitiusati

La sanzione è complessivamente di 210 mila euro: l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha infatti multato AMA Spa di Roma per 100 mila euro, insieme ai consorzi Sol.co. per ulteriori 100 mila euro, e Bastiani per i restanti 10 mila euro. Il comportamento contestato all'Ama e agli altri consorzi sanzionati, è di aver messo in atto una pratica commerciale scorretta.

Si è appena conclusa la settimana europea della mobilità che quest'anno con il titolo “Choose, change, combine - scegli, cambia, combina”, ha trattato il tema della sostenibilità con un vero e proprio invito all’intermodalità e alla multi-modalità, cioè ad associare l’utilizzo di più mezzi differenti nei propri spostamenti quotidiani, così da contribuire a ridurre la circolazione di veicoli privati o meglio per favorire la loro integrazione con altri mezzi di trasporto.

Il Tribunale Amministrativo della regione Lazio ha confermato la sanzione di 1,75 milioni di euro irrogata nel gennaio 2015, dall’ Antitrust – Autorità garante della concorrenza e del Mercato - al gestore di telefonia mobile H3G per la pratica commerciale scorretta messa in atto con l’attivazione non richiesta o richiesta inconsapevolmente, dei c.d.  servizi premium a pagamento.

Consumatori e utenti lamentano ancora fatture con consumi stimati, spesso ben lontani da quelli effettivamente registrati dai propri contatori di riferimento per le utenze di energia. Il fenomeno insomma non si arresta tanto che l'Autorità per l'energia elettrica il gas e il servizio idrico, per ovviare alle continue criticità lamentate dai consumatori, ha deciso di avanzare delle nuove proposte, in modo che si possa arrivare alla elaborazione di fatture effettive, congrue con i consumi dgli utenti.

agenzia entrate

“Rimborso fiscale per 2014 – 2015”, questo l'oggetto dell' e-mail truffa che i cittadini potrebbero ricevere a totale insaputa dell'Agenzia delle Entrate.
L' e-mail, con tanto di logo dell'Agenzia delle Entrate,  invita gli utenti a cliccare su un link specifico “accedi al tuo rimborso fiscale”, e inserire tutti gli estremi relativi al proprio conto corrente bancario o della carta di credito.  
Attenzione perchè questa attività si chiama phishing!
Approfondisci su blitzquotidiano.it

Settimana Europea della Mobilità

Questo il tema della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile di quest’anno, che giunta alla sua 13° edizione, si svolgerà dal 16 al 22 settembre 2015. Anche quest’anno Cittadinanzattiva, partner associato della European mobility week, si fa promotrice di una serie di iniziative di informazione e sensibilizzazione in tema di mobilità sostenibile.

etichette alimentari

A distanza di 9 mesi dall’entrata in vigore del regolamento europeo 1169/2011 che eliminava l’obbligatorietà dell’indicazione dello stabilimento di produzione o confezionamento nelle etichette alimentari, il Governo italiano ha approvato uno schema di disegno di legge chiedendone la reintroduzione. La norma arriverà nel giro di pochi giorni in Parlamento e parallelamente verrà inviata una notifica per la preventiva autorizzazione alle autorità europee.

Dal 1 luglio 2015 , infatti il documento attestante la storia dell'assicurato, dalla classe di merito di appartenenza , al numero degli incidenti intervenuti negli ultimi anni, non dovrà più essere inoltrato all'automobilista entro 30 giorni dalla scadenza del contratto assicurativo.
Cosa cambia? In pratica l'attestato di rischio si dematerializza, e passa così da documento cartaceo che le compagnie assicurative avevano l'obbligo di inviare ai propri assicurati nei 30 giorni previsti, a documento digitale, facilmente fruibile.

Parliamo di anatocismo bancario, ovvero sia di quel fenomeno in base al quale al debitore vengono applicati gli interessi su interessi scaduti, i cd. interessi compositi. In pratica accade spesso che l'istituto bancario addebiti direttamente sul conto corrente del proprio cliente-correntista, somme derivanti da interessi che maturano sul conto corrente bancario, generando così, ulteriori interessi in danno del correntista.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.