Legge di stabilità: cosa cambia?

Martedi 15 ottobre il Consiglio dei Ministri ha approvato la legge di stabilità e il bilancio di previsione dello stato per il triennio 2014 - 2016, tra le norme più importanti per determinare quali spese potranno essere affrontate nei prossimi anni e in quali ambiti. Approfondisci

Alimenti pericolosi: vogliamo conoscere i nomi!

Ogni anno centinaia di prodotti vengono ritirati dal commercio perché contengono corpi estranei, perché contaminati da batteri patogeni, o per errori nelle etichette e nelle date di scadenza. I consumatori però raramente vengono informati, anche se si tratta di alimenti in grado di nuocere alla salute. Il Fatto Alimentare ha lanciato una petizione on line per invitare il Ministero della salute e le catene dei supermercati a pubblicare la lista e le foto dei prodotti alimentari pericolosi ritirati dagli scaffali. Approfondisci e Firma anche tu, clicca su www.change.org

Ferrovie: sí a indennizzo per ritardo, no a causa forza maggiore

La Corte di Giustizia Europea, con sentenza n° C-509/11 del 26.9.2013, ha stabilito che in caso di ritardo i viaggiatori dei treni hanno diritto all'indennizzo (quando previsto), anche se il ritardo è stato causato da forza maggiore come maltempo o agitazioni sindacali. Secondo i giudici  “l'impresa ferroviaria non può inserire nelle proprie condizioni di trasporto una clausola che la esoneri dall'obbligo di indennizzo”.  Finora Trenitalia in molti casi ha tentato di evitare l'applicazione corretta dell'art. 17 del Regolamento Europeo 1371/2007 (relativo agli obblighi e ai diritti dei passeggeri nel trasporto ferroviario), ma con la Sentenza della Corte di Giustizia Europea sarà impossibile che continui ad applicare scorrettamente il contenuto delle norme europee.
Gli effetti sono questi: quando il ritardo dei treni sarà compreso tra i 60 e 119 minuti, i viaggiatori avranno diritto ad un indennizzo del 25% del prezzo del biglietto; se il ritardo eccede i 119 minuti, l'indennizzo sarà del 50% .

Bonus mobili

Il decreto legge n. 63/2013 ha introdotto la detrazione del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), finalizzati all’arredo di immobili oggetto di ristrutturazione. Per questi acquisti sono detraibili le spese documentate e sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2013. Ne ha parlato anche Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva alla trasmissione Uno mattina in famiglia di domenica 6 ottobre. Leggi i consigli utili di Cittadinanzattiva. Uno mattina in famiglia

Diminuisce il potere d'acquisto degli italiani

Secondo l’analisi della Coldiretti 57 italiani su 100 per effetto del crollo del potere di acquisto sono stati costretti a scegliere prodotti più economici nel largo consumo. Il dato è stato reso noto da Coldiretti sulla base dei dati Nielsen relativi al secondo trimestre 2013 dai quali si evidenzia anche che il 68% dei consumatori ha tagliato sull’abbigliamento e il 43% usa meno l’auto. Approfondisci

"Globalizzazione dei Mercati e Tutela dei Consumatori"

Presso la Facoltà di Economia dell'Università degli Studi Roma Tre, è attivato il Master di II livello in "Globalizzazione dei Mercati e Tutela dei Consumatori" promosso dal CNCU, Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti. Il Master inizia a febbraio 2014 e termina a giugno. Sarà possibile presentare le domande di iscrizione fino al 20 gennaio 2014. E' prevista una borsa di studio ai primi otto della graduatoria. Approfondisci

Aumenta l'IVA

Dal 1° ottobre, infatti, l'imposta sul valore aggiunto è aumentata di un punto percentuale, passando così dal 21% al 22%. In concreto, cosa comporta per i consumatori? Un rincaro dei prezzi di beni e servizi a essa collegati, dall'abbigliamento alla benzina, a mobili ed elettrodomestici, etc. Approfondisci

Bollette meno care da ottobre

Dal 1° ottobre le bollette di gas e luce, sono meno care. Per le prime le tariffe scendono del 3%, per le seconde il calo è pari allo 0,8%. La decisione dell’ Aeeg, Autorità per l’energia elettrica e il gas, dovrebbe portare a un risparmio di 41 euro all'anno per una famiglia tipo: 37 euro per il gas e 4 per l’energia elettrica. Approfondisci

Senza rete, non si fa rete

La banda larga cresce, ma non in Italia, dove aumenta il divario tra Nord e Sud del Paese e tra aree urbane e aree rurali. Eppure, con la crisi, scommettere sull'innovazione e colmare i ritardi sull’Agenda digitale porterebbe vantaggi immediati a imprese e cittadini, liberando risorse per 35 miliardi di euro. E’ quanto emerge dalla tavola rotonda “Senza rete non si fa rete”, organizzata da Cia, Agia e Cittadinanzattiva e svoltasi il 1 ottobre presso la Sala Aldo Moro di Palazzo Montecitorio. Leggi il comunicato stampa

Tablet low cost

Piccoli, compatti e tecnologici, ma soprattutto economici. L’offerta dei tablet a basso costo negli ultimi anni è aumentata notevolmente. La ragione è semplice: soddisfare la crescente domanda di quei consumatori che cercano qualcosa da affiancare al telefonino e che sia più comodo per navigare in internet. L'indagine de Il Salvagente

"Slot Mob" sbarca a Milano

Il 28 settembre in viale Jenner la manifestazione toccherà il Cafè Persefone con una colazione collettiva che vedrà presenti tra gli altri il prof. Leonardo Becchetti e Don Virginio Colmegna. Poi toccherà decine di città. La proposta avanzata da tre professori di economia come Luigino Bruni, Leonardo Becchetti e Vittorio Pelligra insieme tante organizzazioni della società civile (da Acli a Casa della Carità) a Vita e al Movimento No Slot, parte dall’agire personale:  decidere di prendere il caffè solo nei locali liberati dall’ipoteca del gioco d’azzardo. Approfondisci

Senza rete, non si fa rete

Questo il titolo della tavola rotonda promossa da Cittadinanzattiva, di concerto con Agia e Cia che si svolgerà a Roma martedi 1 ottobre, presso la sala Aldo Moro di Palazzo Montecitorio, dalle 9,30 alle 13,00. Si vuole sollevare l’attenzione sul tema dell’uso di internet in agricoltura e sulle difficoltà connesse alla scarsa qualità/assenza  della rete internet in alcune zone rurali. Scarica l'invito

Rateazioni, pignoramenti e ipoteche: ecco le novità

Il Decreto del Fare cambia le regole per la riscossione dei tributi e il pagamento dei debiti fiscali, in particolare nell'ambito di rateizzazioni, pignoramenti e ipoteche, stabilendo l'impignorabilità per prime case e beni d’impresa, l'estensione della rateazione e l’abolizione dell’aggio a Equitalia. Per saperne di più

Antitrust multa Eni per 250 mila euro

"Pubblicità ambigua e omissiva", queste le motivazioni che hanno spinto l'Antitrust-Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato a multare il colosso petrolifero. Nel mirino è finita la campagna promozionale "Eni 3" del 2012, che prometteva un blocco della bolletta di luce e gas per 36 mesi e uno sconto immediato sulla benzina, senza però specificare tutte le condizioni necessarie per beneficiare della promozione. Approfondisci

Gas: c'è risparmio col mercato libero?

Le compagnie che gestiscono il servizio di fornitura di gas sono tantissime, e così le offerte per il riscaldamento domestico. Il portale di confronto SuperMoney ha fatto una simulazione in tre città, cercando di capire quali sono le proposte più convenienti. E cosa è emerso? Tra Firenze, Taranto e Venezia la più cara è la città toscana. Approfondisci

Adsl: il Sud più veloce del Nord

Le connessioni a Internet sono più veloci al Sud: è quanto emerge dall'ultimo rapporto di SosTariffe.it sulla velocità reale delle connessioni ADSL nel nostro Paese. I risultati dimostrano che il Sud viaggia ad una velocità vicina ai 5,4 Mbps, mentre la media del Nord si ferma ai 4,9 Mbps. La Regione più veloce del 2013 è la Toscana. L’indagine è stata condotta analizzando il totale di oltre 500.000 speed test effettuati in tutta Italia da maggio 2010 a luglio 2013. Speed test

Quanto ne sappiamo di mobilità sostenibile?

Quanto ne sappiamo in tema di mobilità sostenibile? Mettiamoci alla prova con un breve quiz per scoprire se siamo in grado di tutelare al meglio i nostri diritti di passeggeri, fino a che punto le nostre scelte quotidiane di mobilità sono effettivamente "sostenibili", quanto è importante il settore dei trasporti in una dimensione europea e, conseguentemente, quali iniziative l'Unione europea sta realizzando. Compila il quiz

La class action di Cittadinanzattiva contro la RAI

In seguito ai disservizi della TV digitale più di cento cittadini di Ravenna, insieme a Cittadinanzattiva Emilia-Romagna, hanno dato vita alla prima class action pubblica per indurre finalmente la Rai ad adottare tutti gli strumenti tecnologici necessari per porre fine al segnale 'ballerino' del digitale terrestre. Il 18 luglio scorso si è tenuta l'udienza presso il Tar del Lazio e si è in attesa della sentenza. Per saperne di più

Prorogati termini della conciliazione BPM

Il Consiglio di Gestione della Banca Popolare di Milano ha deliberato la proroga dei termini per la presentazione delle domande di ammissione alla procedura di conciliazione paritetica fino al 31 dicembre 2013 e ha fissato al 30 giugno 2014, la data entro cui le procedure dovranno essere espletate tutte le attività conciliative. Per saperne di più

Al via la conciliazione paritetica RTI/Mediaset Premium

Sei un utente Mediaset Premium e hai subito un disservizio? Per risolvere il problema in maniera semplice, in tempi rapidi e a costo zero è possible attivare la conciliazione paritetica. La conciliazione si estende così al settore della pay tv, grazie ad un protocollo siglato tra Cittadinanzattiva e Reti Televisive Italiane. Per maggiori info scrivi al PiT servizi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o clicca qui

Primo piano
go in sardinia pp

Disagi con GoinSardinia ? Ecco cosa fare per tutelarsi..

Notte in bianco per 1500 turisti al porto di Olbia, ritardi nelle partenze e traghetti cancellati, questo il quadro registrato a oggi in seguito al blocco del traghetto del consorzio Goinsardinia, che opera sulla tratta Olbia-Livorno-Olbia.
Fine estate amara per i circa 20.000 passeggeri che hanno acquistato i biglietti di traghetti  da Olbia a Livorno e viceversa con la Compagnia Go in Sardinia, il Consorzio che raggruppa imprenditori turistici, ristoratori, albergatori e agenti di viaggio galluresi, da mercoledì sera le navi sono state bloccate al porto di Olbia prima e a quello di Livorno, poi.

Primo Piano LEGGI TUTTO