Politiche sanitarie

  • XXIII Giornata Mondiale Alzheimer. AIMA scrive all'INPS

    alzheimer

    In occasione della Giornata mondiale dell’Alzheimer, Patrizia Spadin, Presidente di AIMA-Associazione Nazionale Malattia di Alzheimer, ha inviato una lettera aperta al Presidente dell’INPS, prof. Tito Boeri. “Non abbiamo mai amato ritualità e celebrazioni – ha dichiarato Spadin - e mal sopportiamo la distanza che corre tra i fiumi di retorica che caratterizzano, ordinariamente, queste giornate, e la condizione vissuta ancora oggi da tante, troppe famiglie che convivono con una demenza. Conosciamo realtà virtuose - ha proseguito Spadin -, regionali e locali, istituzionali e associative, che ben funzionano e ben tutelano malati e familiari.

  • XVI Rapporto PiT Salute: la presentazione dei dati il 16 luglio

    Avrà luogo presso l’Auditorium del Ministero della Salute la presentazione del consueto Rapporto annuale, basato sulle segnalazioni dei cittadini; quest’anno il titolo scelto è “Meno Sanità per tutti – La riforma strisciante” . Consulta il documento di invito, il programma dell’evento e partecipa attraverso l’iscrizione a questo link

  • XVI Rapporto PiT Salute: “Meno Sanità per tutti”

    “Meno sanità per tutti – La riforma strisciante” è il titolo del XVI rapporto PiT Salute di quest’anno. Al centro dell’analisi, i dati delle segnalazioni dei cittadini e le considerazioni sullo stato attuale del SSN. La presentazione dei dati avrà luogo il 16 luglio presso l’Auditorium del Ministero della Salute. Scarica l'invito, il programma e iscriviti all'evento

  • XV Rapporto PiT Salute del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva

    “Servizio sanitario nazionale e cittadini: lo Stato (A)Sociale. Presentato a Roma il XV Rapporto PiT Salute del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva

    Minori risorse, maggiori difficoltà. I cittadini stretti tra liste di attesa più lunghe e ostacoli per l’accesso a farmaci e servizi assistenziali

    I cittadini  sono stretti tra difficoltà di accesso a servizi e farmaci e nuovi ostacoli anche per essere ricoverati in Ospedale, mentre stenta a decollare la medicina territoriale e la continuità assistenziale post-acuzie.
    Sono questi alcuni degli aspetti più preoccupanti che emergono da XV Rapporto PiT Salute del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva, la fotografia della sanità italiana attraverso il punto di vista dei cittadini, presentato oggi a Roma all’Auditorium del Ministero  della Salute. Il Rapporto si basa sulle 26.470 segnalazioni gestite nel 2011 dal servizio di consulenza e intervento PiT Salute. Il Rapporto è stato realizzato con il sostegno non condizionato di Novartis.

  • XIX Rapporto PiT Salute: accesso di lusso per i cittadini. E il SSN pare "in ritirata"

    pit salute16

    "20 anni fa nasceva il PiT salute, il servizio di consulenza e tutela di Cittadinanzattiva per i cittadini sui servizi sanitari. Sono stati 20 anni di attivismo civico. 20 anni di impegno di cura di un bene comune come la salute e il servizio sanitario. 20 anni di tutela dei diritti dei più deboli per dare voce a chi altrimenti non l'avrebbe avuta. Ecco perché il Rapporto Pit salute che presentiamo oggi, il 19°, non è  uno mero studio, ma il risultato di questo impegno civico di ascolto e tutela e i risultati che emergono non sono una fotografia delle prestazioni del servizio sanitario, ma una analisi dei problemi e dei bisogni reali che emergono dalle persone e dalle  comunità.
     Quali sono i problemi principali oggi: una porta sbarrata all'accesso ai servizi se non si è in grado di pagarseli o non si possono attendere tempi lunghi e un gap inaccettabile tra livelli di assistenza, di organizzazione, di qualità e sicurezza e di accesso a nuove tecnologie, con il risultato di avere nello stesso sistema organizzazioni all'avanguardia che convivono con situazioni di fatiscenza e di abbandono.
    Invece è giunto il momento di innovare.  La sanità 2.0 ad esempio di cui tanto si parla può e deve essere occasione di rilancio e innovazione del SSn in ogni realtà del Paese. Per semplificare, comunicare, dialogare, curare bene a distanza e risparmiare con intelligenza. E non possiamo più rinviare una riforma del sistema delle "decisioni" ai diversi livelli, decisioni che non possono essere più casuali, burocratiche o, peggio, clientelari, ma sempre più informate e basate su dati ed evidenze, incluse quelle che sono in grado di fornire pazienti, cittadini e comunità locali. Se non cambia la governance del sistema la logica che tenderà a prevalere sarà sempre più quella dei conti che non tornano, senza una visione sul servizio sanitario che vogliamo."

    Francesca Moccia, Vice segretario generale di Cittadinanzattiva

     

  • XIX Rapporto PiT Salute: accesso di lusso per i cittadini. E il SSN pare "in ritirata"

    Comunicato stampa                                                                    Roma, 15 dicembre 2016
                                     
    Aumentano tempi di attesa per operazioni e visite, strutture in cattive condizioni, medici e pediatri meno “disponibili”. La fotografia del XIX Rapporto PIT Salute.
    “Sospendere intramoenia quando non si rispettano i tempi massimi nel pubblico, e valutare DG su rispetto tempi”

    Difficoltà di accesso alle prestazioni (soprattutto complesse come visite, interventi, PMA), cattive condizioni delle strutture, difficoltà nel rapporto con medici di famiglia e pediatri, deficit e costi dell’assistenza residenziale e domiciliare, criticità per costi, limitazioni e indisponibilità dei farmaci, documentazione sanitaria incompleta o inaccessibile, lentezza nella procedura di riconoscimento della invalidità e dell’handicap, maggiori criticità nella rete dell’emergenza-urgenza. Sono queste le principali questioni che emergono dal XIX Rapporto Pit Salute del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva, presentato oggi a Roma, dal titolo “Servizio sanitario nazionale: accesso di lusso” e che si basa su 21.493 segnalazioni giunte nel corso del 2015 al PiT Salute nazionale e ai PiT Salute locali e sezioni territoriali del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.

  • XIV Rapporto Politiche della Cronicità: "La cronicità e l'arte di arrangiarsi"

    CNAMC invito

    Il Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici - CnAMC di Cittadinanzattiva presenta il XIV Rapporto sulle Politiche della Cronicità "La cronicità e l'arte di arrangiarsi". L'evento si terrà a Roma il 7 aprile, presso l'Hotel Quirinale in via Nazionale, 7 - Sala Verdi - dalle 9.30 alle 13.00. A seguire si terrà l'Assemblea della rete CnAMC per le associazioni aderenti, dalle 15.00 alle 18.00, presso la stessa sede.

  • XIV Rapporto Pit Salute “Diritti al taglio”

    XIV Rapporto Pit Salute “Diritti al taglio”: errori medici e liste di attesa sempre in testa alle lamentele dei cittadini. Aumentano le difficoltà di accesso ai servizi sanitari
    I Lea non più essenziali ma “possibili”

    È l’anno dei “Diritti al taglio”, come richiama il titolo del 14° Rapporto PIT Salute del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva. Le politiche economiche, sociali e sanitarie messe in atto in questo periodo stanno di fatto smantellando il nostro sistema di welfare, con particolare riguardo ai servizi di carattere sanitario e sociale.
    L’annuale fotografia del sistema sanitario dal punto di vista del cittadino, presentata oggi a Roma, riflette chiaramente questa crisi: le persone toccano con mano il progressivo impoverimento del sistema sanitario, notando che laddove c’era un presidio oggi non c’è più o viene ridotto; laddove vi era la possibilità di usufruire di prestazioni in modo gratuito, oggi c’è da metter mano al proprio portafogli.

  • XI Report on the policies of chronicity by Cittadinanzattiva

    Chronically ill elderly: burden rests on families' shoulders.

    Presented the XI Report on the policies of chronicity by Cittadinanzattiva

    (creation date: October 16th, 2012)

    If in your family there's an elderly chronically ill, you're in trouble, not only economic one. We speak about thousands of persons: in Italia in 2011 (Istat) more than 50% of people between 65 and 74 years of age has at least one chronic disease and, among those, only 30% claim to be healthy. 12,2% of sixty lives in a state of relative poverty and 5,4% in absolute poverty.

    To shed light on the problems the care-elderly chronically ill and on the inevitable implication on their families is the XI national report on the policies of chronicity "Family emergency: the unbearable lightness of Welfare", presented on the 16th of October 2012 in Rome from CnAMC (national Coordination of Associations of Chronic Sick) by Cittadinanzattiva. The Report comes from data collected from 28 of 86 national associations representing more than 100000 citizens affected by chronic diseases.

  • XI Rapporto CnAMC

    flag eng

    Anziani malati cronici: il peso grava sulle spalle delle famiglie.
    Presentato l’XI Rapporto sulle politiche della cronicità di Cittadinanzattiva

    Se in famiglia c’è un anziano malato cronico, sono guai, non solo economici. Parliamo di migliaia di persone: in Italia nel 2011 (dati Istat) oltre il 50% di chi ha tra i 65 e i 74 anni di età ha almeno una patologia cronica e, di questi, solo il 30% dichiara di essere in buona salute. Il 12,2% degli ultrasessantacinquenni vive uno stato di povertà relativa e il 5,4% di povertà assoluta.

  • XI Giornata europea dei diritti del malato: online moduli utili sulle liste di attesa

    108 iniziative per la XI Giornata europea dei diritti del malato, in programma dal 2 all'11 maggio, in tutte le Regioni italiane, dedicate in particolare al tema delle liste d’attesa. e una celebrazione europea  che avrà luogo il 10 maggio a Bruxelles. La Giornata è promossa da Cittadinanzattiva, attraverso le sue reti del Tribunale per i diritti del malato e di Active Citizenship Network (ACN).

  • XI Giornata europea dei diritti del malato: al centro il tema delle liste di attesa

    108 iniziative per la XI Giornata europea dei diritti del malato, in programma dal 2 all'11 maggio, in tutte le Regioni italiane, dedicate in particolare al tema delle liste d’attesa. e una celebrazione europea che avrà luogo il 10 maggio a Bruxelles. La Giornata è promossa da Cittadinanzattiva, attraverso le sue reti del Tribunale per i diritti del malato e di Active Citizenship Network (ACN).

    “Come emerge dall'ultimo Rapporto PiT salute, circa un cittadino su tre ci contatta perché fa fatica ad avere le cure di cui ha bisogno e nella metà dei casi ciò dipende dalle lunghe liste d’attesa. Per questo abbiamo deciso di dedicare questa Giornata al problema che con più frequenza incontrano i cittadini, violando il diritto primario che è quello di “accedere” alle cure necessarie. Abbiamo scelto di essere in prima linea per garantire in pratica quella trasparenza sui diritti che i cittadini hanno e sulla quale le Istituzioni arrancano”, commenta Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.

    Le assemblee locali e i volontari di Cittadinanzattiva incontreranno i cittadini, nelle sedi del Tribunale per i diritti del malato, ma anche in piazze, centri sociali, centri commerciali, distretti sanitari, comuni, per informarli sui loro diritti di fronte alle liste d’attesa. Saranno anche raccolte segnalazioni sul tema e consegnata la Carta Europea dei diritti del malato.

  • XI Giornata europea dei diritti del malato

    Logo EPRDAY2017 450X800 1

    108 iniziative per la XI Giornata europea dei diritti del malato, in programma dal 2 all'11 maggio, in tutte le Regioni italiane dedicate in particolare al tema delle listed’attesa e una celebrazione europea che avrà luogo il 10 maggio a Bruxelles. La Giornata è promossa da Cittadinanzattiva, attraverso le sue reti del Tribunale per i diritti del malato e di Active Citizenship Network (ACN).

  • Winter School su SSN: sostenibilità e innovazione fra pubblico e privato

    Winter School su SSN sostenibilità e innovazione fra pubblico e privato

    “Le tre giornate di Winter School 2017, promosse ed organizzate da Motore Sanità a Ferrara”, dice Claudio Zanon, Direttore Scientifico Motore Sanità, rappresentano un’occasione di analisi finalizzata alla progettazione di spunti utili allo sviluppo di un sistema sanitario e di welfare
    sostenibile, di qualità ed omogeneo, in tutto il territorio nazionale italiano, pur nella diversità delle sue varie realtà regionali”.

  • Web in Salute: partecipa al sondaggio

    Si tratta di un'indagine sulla ricerca di informazioni di salute in Internet, promossa dall’Istituto di Sanità Pubblica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e dalla Società Italiana Medici Manager (SIMM), che si presenta in forma di questionario totalmente anonimo.Anche Cittadinanzattiva collabora al progetto, nell’obiettivo di chiarire quanto il web possa essere utile per il rapporto medico-paziente, per comprendere l’approccio da parte dei medici e dei farmacisti e la qualità delle informazioni presenti in rete. Approfondisci sulla pagina apposita

  • Vulvodinia: appuntamento con l’esperto il 3 dicembre a Roma

    vulvodinia

    L’Associazione VIVA (Vincere Insieme la VulvodiniA) organizza un incontro per approfondire e sensibilizzare i cittadini e le associazioni sul tema “La Vulvodinia nell’integrazione mente corpo – Contatto, relazione, emozioni”

  • VII Giornata Europea dei diritti del malato

    Perché una Giornata europea dei diritti del malato?

    I diritti dei pazienti stanno diventando una preoccupazione sempre maggiore delle istituzioni italiane ed europee e dei diversi stakeholder, specialmente in relazione allo sviluppo delle cure transfrontaliere e alla nuova Direttiva che garantisce ai pazienti la libertà di scegliere in quale stato curarsi.

  • VII Giornata europea dei diritti del malato

    VII Giornata europea dei diritti del malato: oltre 80 eventi in tutta Italia, domani 16 maggio l'evento europeo a Bruxelles


    Oltre 80 eventi in 43 città italiane di 13 regioni per informare i cittadini sui loro diritti in ambito sanitario: questo il resoconto della Settimana dei diritti promossa dall'8 a 16 maggio dalle sedi locali del Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva per celebrare in Italia la VII Giornata europea dei diritti del malato, con il sostegno non condizionato di Johnson&Johnson Medical. Si tratta di iniziative di mobilitazione sul territorio, alcune ancora in programma nei prossimi giorni (l'elenco è disponibile sul sito web www.cittadinanzattiva.it), con cui il Tribunale per i diritti del malato, attraverso una apertura straordinaria delle sedi locali, banchetti o incontri pubblici in piazze, ospedali, comuni, studi medici etc, ha raccolto storie e segnalazioni dei cittadini e fatto informazione sui loro diritti a partire dalla Carta europea dei diritti del malato.

  • VII Giornata europea dei diritti del malato

    Oltre 80 eventi in 43 città italiane di 13 regioni per informare i cittadini sui loro diritti in ambito sanitario: questo il resoconto della Settimana dei diritti promossa, dall’8 al 16 maggio dalle sedi locali del Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva, per celebrare in Italia la VII Giornata europea dei diritti del malato, con il sostegno non condizionato di Johnson&Johnson Medical. il 16 a Bruxelles l'evento europeo della Giornata. Visita la pagina della Giornata in Italia. Approfondisci sulla Conferenza di Bruxelles

  • VIA SUBITO il superticket e ridurre le disuguaglianze regionali

    abolizione superticket

    “Da anni chiediamo di abrogare il superticket di 10 euro sulla ricetta che, da provvedimento provvisorio del 2011, è diventato strumento definitivo per fare cassa e per allontanare i cittadini dal Servizio Sanitario Nazionale e rendere più difficile l’accesso alle prestazioni sanitarie. Infatti il combinato tra liste di attesa e caro ticket fa sì che, per una serie di prestazioni, in particolare quelle a più basso costo, il Servizio Sanitario Nazionale non sia più la prima scelta per i cittadini”, commenta Tonino Aceti, Coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato – Cittadinanzattiva.

    Per fare qualche esempio, l’esame delle urine nel privato costa circa 2,17€, mentre nel pubblico arriva a 16,17€ per effetto del superticket; l’emocromo in privato costa circa 9,89€, nel pubblico 20,89€ a causa del superticket. “Uno squilibrio che va superato subito” – aggiunge Aceti.

  • Verso una Giornata dei diritti del malato internazionale?

    giornataeur dir malato

    Oltre 120 partecipanti in rappresentanza di ben 32 Stati, in larga parte leader di associazioni civiche e di pazienti, ma anche molti professionisti della sanità. E ancora, Istituzioni, imprese private, società di consulenza specializzate in politiche europee, Università: provenienti non solo dai Paesi dell'Unione Europea ma anche, per esempio, da Kosovo e Ucraina. E grazie alla presenza di esperti provenienti da USA, Canada e India, vi erano rappresentanze di ben tre continenti.
    Che sia un segnale per una giornata dei diritti del malato internazionale e non più solo europea?

  • Valutare l'umanizzazione negli Ospedali: conclusa la formazione nazionale

    valutazione dell umanizzazione negli ospedali conclusa la formazione nazionale

    Il 29 e 30 settembre a Roma si è svolto l’incontro formativo nazionale della ricerca autofinanziata “La valutazione partecipata del grado di umanizzazione delle strutture di ricovero” dell’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (Agenas), nella quale Cittadinanzattiva, per la terza edizione, è partner nel Gruppo di coordinamento nazionale del progetto.

  • Vaccini: se ogni Regione rischia di fare da sé

    Differenze regionali e ulteriore slittamento di tempi. Il via libera al nuovo Piano Vaccini incluso nel pacchetto dei nuovi Livelli Essenziali di assistenza (Lea) c'è, ma la fase operativa è ancora un'incognita.

    "Purtroppo non sarà realtà almeno fino al 2017 inoltrato", spiega all'ANSA Giovanni Corsello, presidente della Società Italiana di Pediatria (Sip). "Serve - aggiunge - un passaggio ulteriore, perché il Piano nazionale, pur se inserito nei Lea ha bisogno di un adeguamento a livello regionale. Questo ha una fase di lavorazione ulteriore, che speriamo sia breve".

  • Vaccini: pronto il position paper di Cittadinanzattiva

    vaccini 800x450

    Alla luce delle novità introdotte sull'argomento "Vaccinazioni" dal recente Decreto del Ministero, Cittadinanzattiva emana e rende pubblico il suo documento di posizione sul tema. Vengono trattati gli aspetti dell'obbligatorietà delle vaccinazioni, della gestione delle emergenze e della programmazione sanitaria, oltre che gli aspetti di tutela sociale collegati all'ambiente scolastico, del lavoro in ambito sanitario e non solo.

  • Vaccini: il manuale per fugare ogni dubbio

    rapporto su vaccini

    Si tratta di un testo veloce e chiaro, quello reso disponibile dalla SIMG (Società Italiana di Medicina Generale e delle cure primarie) e a cui Cittadinanzattiva ha collaborato, a proposito dei vaccini: l’annuncio ufficiale risale a qualche giorno fa, in concomitanza con l’appuntamento di presentazione che si è tenuto il 30 marzo scorso presso l’Istituto Superiore di Sanità.

  • Vaccini obbligatori: il nostro position paper

    vaccino morbillo mortalita

    "La Commissione Sanità discute in queste ore al Senato il testo della legge per l'obbligo delle vaccinazioni, ma nella maggioranza non c'è accordo. Allo studio anche modifiche per ridurre le sanzioni. Decreto da convertire entro il 6 agosto per evitare la decadenza", scrive La Repubblica.

    Scarica il documento di Cittadinanzattiva

  • Vaccini e timori: il vademecum del Ministero

    Prima il blocco dei vaccini antinfluenzali della Crucell, poi il ritiro di quelli prodotti dalla Novartis. la stagione influenzale è alle porte ma i dubbi dei cittadini sulla sicurezza dei vaccini sono alti, al punto che i medici di base pronosticano un calo di un terzo di chi si vaccinerà contro i tre ceppi del virus influenzale in circolazione, Il Ministero della Salute pubblica un vademecum per il cittadino per fugare dubbi e incertezze. Approfondisci

  • Vaccini

    Salve, vorrei avere qualche informazione in merito ai vaccini. Ho da poco avuto un bambino e la mia pediatra mi ha informato della necessità di eseguire alcune vaccinazioni già nel terzo mese di vita da ripetere durante il primo anno e poi negli anni successivi. Vorrei sapere se sono obbligatorie oppure no e da quali malattie ci proteggono.

  • Vaccinazioni: rischio fallimento Piano Governo, ritardi e costi in tutte le ASL

    vaccini bambini 800x450

    “In buona parte d’Italia l’operazione «vaccini obbligatori» rischia di trasformarsi in un flop se qualcuno non darà una mano ai Centri vaccinali delle Asl, quasi ovunque sotto organico e incapaci di fronteggiare la grande richiesta per mettersi in regola con le 12 immunizzazioni che il decreto Lorenzin impone, salvo portoni sbarrati ad asilo e materna e super multe per elementari, medie e i primi due anni delle superiori. A Roma le attese medie vanno dai 3 ai 5 mesi”.

  • Vaccinazioni: regione Lombardia lancia sito web, video e app

    Vaccino 1

    L'assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera, durante la conferenza stampa di presentazione della campagna di informazione e sensibilizzazione sulle vaccinazioni, ha riferito: "Invierò personalmente una lettera a tutte le famiglie che verranno contattate da Regione Lombardia per le scadenze vaccinali, in cui spieghero' l'importanza di informarsi bene sull'argomento vaccini"

    Contestualmente è stato predisposto un sito web, ma soprattutto un'app (di prossima pubblicazione) che aiuti i genitori a informarsi sui vaccini, tenendo anche un'agenda di tutti gli appuntamenti presi e da prendere a seconda dell'eta' dei bimbi.

  • Unità spinale fuori uso a Torino, la protesta dell’utenza

    Da quasi un mese l’apparecchiatura per la diagnosi delle disfunzioni dell’apparato vescicale nei pazienti con lesioni midollari è inutilizzata, per guasto di uno dei componenti. La problematica si verifica presso l’unità Spinale Unipolare di Torino, mentre al momento non è stata comunicata dalla Direzione alcuna misura di ripristino del servizio. Il Comitato CPT ha attivato la protesta. Approfondisci la notizia

  • Unisciti a noi: devolvi il tuo 5x1000

    5x100 video ca

    La parola d’ordine di Cittadinanzattiva è “perché non accada ad altri”: il nostro ruolo è non solo quello di denunciare carenze, soprusi, inadempienze, ma di agire per prevenirne il ripetersi mediante il cambiamento della realtà, dei comportamenti, la promozione di nuove politiche e l’applicazione delle leggi. Tutto questo grazie alla partecipazione dei cittadini.Siamo infatti convinti che “fare i cittadini è il modo migliore di esserlo”, cioè che l’azione dei cittadini consapevoli dei propri poteri e delle proprie responsabilità sia un modo per far crescere la nostra democrazia, tutelare i diritti, promuovere la cura quotidiana dei beni comuni.Anche per questo, Cittadinanzattiva ha deciso da sempre di non vincolare il suo intervento a tutela delle persone con l’obbligo di iscrizione. Puoi infatti rivolgerti gratuitamente al nostro sistema di tutela integrata PiT, da cui potrai ottenere una risposta, o puoi contattare una delle centinaia di sedi della nostra organizzazione sul territorio. Sono oltre 30.000 le persone che ogni anno ricevono il nostro supporto. 

  • Undicimila strutture a rischio taglio. La Sanità regionale in rosso

    I servizi territoriali saranno l’ambito più colpito dalle nuove restrittive misure economiche, in arrivo nei prossimi mesi in otto regioni italiane e da applicare comunque entro dicembre 2012 come da indicazione ministeriale. La Cgil ricorda che gli otto miliardi da recuperare saranno recuperati principalmente a spese di Sert, servizi per la salute mentale e consultori. Approfondisci su www.ildispaccio.it e www.blitzquotidiano.it

  • Una sfilata contro il tumore, con l’associazione “Attivecomeprima”

    Offrire un supporto alle persone colpite da tumore e ai loro famigliari: questa è la missione dell’associazione Attivecomeprima, che organizza una “Sfilata di donne speciali”, evento di beneficenza l'8 giugno presso il Centro congressi Auditorium di via Corridoni 16 a Milano. All’apposito link è possibile visionare il programma dell’evento, mentre sullo spazio internet dell’associazione sono presenti informazioni sulle attività e i servizi messi a disposizione.

  • Una reazione veloce ed efficace alle crisi sanitarie: il Corpo Medico Europeo!

    L'Unione europea ha istituito, lo scorso 15 Febbraio, il Corpo Medico Europeo per fronteggiare le emergenze interne ed esterne attraverso una più rapida mobilitazione di équipe di medici, operatori sanitari e attrezzature. Esso consente agli Stati membri, e agli altri paesi europei che partecipano al sistema, di mettere a disposizione risorse ed équipe mediche da dispiegare rapidamente prima che un'emergenza sia conclamata, il che assicura una reazione più veloce e prevedibile. Il corpo medico può includere squadre mediche di emergenza, esperti in materia di sanità pubblica e di coordinamento sanitario, laboratori di biosicurezza mobili, aeromobili per l'evacuazione medica e squadre di supporto logistico. 

  • Una piattaforma europea sulla terapia del dolore

    Il 1 Ottobre 2015 si svolgerà a Bruxelles il Convegno "Elderly pain therapy is a priority to defeat stress and depression" organizzato da ECHO (European Confederation of Care Home Organizations) in collaborazione con ACN la rete europea di Cittadinanzattiva, presso il Parlamento Europeo.
    Per saperne di più clicca qui.

  • Una corsa per l’autonomia e l’esempio positivo

    maxresdefault

    Ogni anno dal 2006, Medtronic ha cercato in tutto il mondo eroi globali, Global Heroes, un gruppo di runners, corridori sulle lunghe distanze, che traggono beneficio dalla tecnologia medica. Questi “ambasciatori della corsa” rappresentano il loro paese e la loro patologia nella Medtronic Twin Cities Marathon o nella corsa Medtronic TC 10 Mile, che si tiene ogni ottobre in Minnesota, negli Stati Uniti.

  • Una campagna per il turismo accessibile: "Freedom to move"

    In collaborazione con UILDM e il portale internet Hotel.info, il Centro Clinico Nemo lancia una iniziativa per il turismo accessibile anche alle persone affette da disabilità e alle loro famiglie: dal portale dell’iniziativa sarà possibile, fra pochi giorni, visionare le strutture individuate come accessibili. E’ possibile approfondire la notizia o consultare il sito web del Centro Clinico Nemo.

  • Una “(H)Open Week” di eventi e prestazioni sanitarie gratuite per la donna

    openweekprevenzionedonna

    In occasione della seconda Giornata nazionale della salute della donna che si celebra il 22 aprile, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna (Onda) organizza la seconda edizione dell'(H)Open Week con l’obiettivo di promuovere l’informazione e i servizi per la prevenzione e la cura delle principali patologie femminili.

    Nella settimana dal 18 al 24 aprile attraverso oltre 150 ospedali con i Bollini Rosa che hanno aderito all’iniziativa saranno offerti gratuitamente alle donne visite, consulti, esami strumentali e saranno organizzati eventi informativi e molte altre attività nell’ambito di 12 aree specialistiche: diabetologia, dietologia e nutrizione, endocrinologia, ginecologia e ostetricia, malattie e disturbi dell’apparato cardio-vascolare, malattie metaboliche dell’osso, medicina della riproduzione, neurologia, oncologia, reumatologia, senologia, sostegno alle donne vittime di violenza.

  • Un video per raccontarci: donaci il tuo 5Xmille!

    video cinque per mille

    Grazie alla tua firma, da più di 35 anni siamo al fianco dei cittadini con problemi legati alla salute e alla sanità, siamo pronti ad informare e tutelare i consumatori, a proporre nuove formule perché la giustizia sia più veloce e equa, per formare i cittadini di domani e fare in modo che la scuola sia un posto sicuro e confortevole per i nostri figli.

  • Un seminario sulla sanità campana

    Il 21 giugno si è tenuto a Napoli un seminario organizzato da Cittadinanzattiva e Fondazione Lilly al fine di analizzare e approfondire il Sistema Sanitario Regionale. A partire dall'osservazione del panorama sanitario attuale, si è avviato un confronto su criticità, punti di forza e prospettive future, con l'obiettivo di giungere a proposte condivise in vista del miglioramento del sistema.
    Leggi il Comunicato Stampa, la presentazione di Sabrina Nardi, Responsabile progetti e campagne del Tribunale per i Diritti del Malato di Cittadinanzattiva e la relazione di Enzo Chilelli, Direttore di Federsanità - ANCI.

  • Un nuovo studio sullo stato della ricerca sul cancro al polmone

    E' stato lanciato la scorsa settimana dalla Coalizione Mondiale sul Cancro al Polmone (GLCC) http://www.lungcancercoalition.org/en e sul Journal of Thoracic Oncology, lo studio intitolato: ‘State of global lung cancer research’ che descrive come la ricerca in merito ad uno delle forme di cancro più diffuse e mortali a livello mondiale sia aumentata solo dell'1,4% dal 2004.

  • Un logo per il Servizio Sanitario nazionale: prosegue la nostra campagna

    yeslogo copia

    Un logo per il Servizio Sanitario nazionale: prosegue la campagna di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato #Yeslogo, un concorso promosso con i cittadini e i professionisti del SSN in occasione del quarantennale

    Cittadinanzattiva-Tribunale per i Diritti del Malato, dopo aver lanciato ufficialmente nel mese di marzo, insieme alle oltre 100 associazioni aderenti al Coordinamento nazionale delle Associazioni dei malati cronici #YeSLogo, un’iniziativa per donare al SSN non solo una sua immagine, attraverso un logo costruito dal basso, attraverso la partecipazione di cittadini, professionisti della salute e della creatività, ma anche una consapevolezza diffusa dell’importanza della cura di questo bene comune e del ruolo che tutti noi possiamo avere per difenderlo e valorizzarlo.  

    Già a novembre, grazie al contributo delle associazioni di pazienti erano state messe a fuoco, attraverso un primo focus group, 54 parole che descrivono il SSN del presente e del futuro.

  • Ultimi posti per il corso: "Le parole contano" della Scuola Civica di alta formazione

    leparolecontano

    Ancora apere le iscrizioni per il corso: "Le parole contano. Informazione, accesso, qualità, fiducia nei servizi sanitari" del 25- 26 ottobre 2017 della Scuola civica di alta formazione. Diritti e partecipazione in sanità di Cittadinanzattiva - Tribunale per i diritti del malato.

    L'obiettivo del corso è quello di fornire gli strumenti per introdurre ad una lettura dei linguaggi e delle parole come elementi sui quali intervenire per scardinare gabbie cognitive, ricostruire visioni, obiettivi e, soprattutto, pratiche in grado di riconnettersi con i cittadini e ridurre le distanze.
    Le forme e gli strumenti utilizzati sono molteplici. Noi abbiamo deciso di concentrarci, per il titolo di questa sessione della Scuola, sulle parole, assumendo per convenzione che esse siano ancora uno strumento rilevante di comunicazione, ancorché non unico.

  • Ufficializziamo la Giornata Europea dei Diritti del Malato!

    giornata europea diritti malato

    In occasione delle celebrazioni europee della IX Edizione della Giornata Europea dei Diritti del Malato, svoltesi a Bruxelles il passato 12 Maggio, la rete europea di Cittadinanzattiva, Active Citizenship Network, ha chiesto alle Istituzioni Europee un impegno preciso volto a riconoscere ufficialmente la Giornata, istituzionalizzandola. 

    Molteplici le motivazioni che ci hanno portato ad avanzare questa richiesta, su tutte la crescente domanda da parte dei cittadini di veder riconosciuti nei fatti i diritti dei pazienti a livello europeo.
    Una proposta che è stata presto sostenuta da decine di associazioni civiche e di pazienti di tutta Europa, convinte che il rafforzamento di tali diritti potrà risultare efficace solo con la collaborazione di tutti gli stakeholders  in ogni Paese europeo. Da qui la necessità di aumentare la consapevolezza sull'importanza dei diritti dei pazienti, e le responsabilità di ognuno nel garantirne il rispetto.

  • Ue: nuovo quadro d'azione per la salute e il benessere mentale

    benessere salute mentale

    L'azione comune (Joint Action) su salute e benessere mentale, avviata nel 2013, si è conclusa il 21-22 gennaio a Bruxelles con una conferenza finale incentrata sul principale risultato del progetto triennale: il nuovo quadro d'azione a livello europeo. Basato sulle principali raccomandazioni politiche dei cinque gruppi di lavoro dell'azione comune, esso può incidere notevolmente sul modo in cui i paesi europei affronteranno i problemi di salute mentale in futuro.

  • U-impact: i diritti trans-frontalieri dei pazienti europei, conferenza a Roma

    Active Citizenship Network (ACN), la rete europea di Cittadinanzattiva, è lieta di invitarvi alla conferenza/webinar a carattere europeo, "Improving patients’ rights in the age of the Cross-Border Healthcare Directive" che si terrà a Roma il 4 Marzo 2016 dalle 10.30 alle 15.00 presso l' Istituto Luigi Sturzo. Istituzioni, esperti, organizzazioni civiche e di pazienti si confronteranno su come tutelare i pazienti nel contesto delle cure transfrontaliere.

  • Tutti gli effetti negativi del decreto appropriatezza

    Il Decreto, entrato in vigore da pochi giorni, inizia già a produrre effetti negativi sui cittadini e a rendere  visibili agli occhi di tutti le sue gravi e molteplici criticità, sia dal punto di vista del contenuto che della sua implementazione. Il Ministero della Salute e le Regioni intervengano subito confrontandosi con le Organizzazioni dei cittadini e quelle rappresentative dei sanitari. 
    Leggi tutto su Il Sole 24 ORE

  • Tutela della salute: Master in Advocacy

    salute valuta 2015 02 15 copy copy

    La rete europea di Cittadinanzattiva, Active Citizenship Network, parteciperà alla seconda edizione di “ESO Masterclass in Cancer Patient Advocacy”, in programma a Milano dal 24 al 26 giugno.

  • Tutela della salute respiratoria

    • Leggi il Report che presenta i risultati di un'indagine condotta nell’ambito della campagna di informazione e sensibilizzazione "Progetto Butterfly" per la prevenzione e diagnosi della Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO), realizzata nel 2007 in Puglia e in Sicilia.
    • Trieste, conferenza internazionale sui diritti: si parla anche di salute

      convegno diritti salute

      Si terrà a Trieste, dal 15 al 18 novembre “The right and opportunity to have a whole life”, evento internazionale sui seguenti temi: Epidemiologia dei Diritti, migranti e minoranze etniche, Bioetica, servizi relativi alla Convenzione delle Nazioni Unite per le persone con Disabilità (UNCPRD), coercizione e contenzione, salute mentale globale e diritti umani.

    • Trasparenza farmaceutica: il nuovo Codice e la posizione di Cittadinanzattiva

      Le indicazioni contenute nel “EFPIA disclosure code of transfers of value from pharmaceutical companies to healthcare professionals and healthcare organizations” (“Codice EFPIA – European Federation of Pharmaceutical Industries and Associations - sulla trasparenza dei trasferimenti di valore da aziende farmaceutiche a operatori sanitari e organizzazioni sanitarie”) potrebbero “stimolare un processo virtuoso – dichiara Tonino Aceti, responsabile nazionale del Tribunale per i diritti del malato/Cittadinanzattiva - all'interno della classe medica a rendicontare i contributi che questi professionisti hanno avuto. E può aiutare molto le azienda del farmaco a elevare il proprio profilo e il proprio ruolo all'interno del mondo della sanità.”

    • Tradotto il Manifesto sui diritti delle Donne con Disabilità nell’Unione Europea

      Tradotto il Manifesto sui diritti delle Donne con Disabilità nellUnione Europea

      Lo scorso 4 settembre è stato tradotto e sottoposto all’approvazione del Forum Europeo sulle Disabilità il secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea.
      Il primo “Manifesto delle Donne con Disabilità” fu adottato dal Forum Europeo sulla Disabilità (European Disability Forum - EDF) il 22 febbraio 1997 ed ebbe il merito di richiamare l’attenzione, in modo molto forte ed esplicito, sulla condizione delle donne con disabilità e sulle molteplici discriminazioni a cui sono soggette; e anche quello di contribuire ad istituire un Comitato permanente di Donne all'interno del Forum stesso.

      In seguito, nel 2006, quando venne approvata la Convenzione ONU sui diritti delle Persone con Disabilità, che introduceva anche a livello normativo un nuovo paradigma basato sui diritti umani delle persone con disabilità, divenne evidente che tutte le politiche, le normative, le direttive programmatiche, e tutto quanto serve a definire gli interventi rivolti alle persone con disabilità avrebbe dovuto essere rivisto e modificato alla luce dei diritti e dei principi enunciati dalla Convenzione ONU.

    • Tra sprechi e buone pratiche, "I due volti della sanità"

      E' il nome del progetto, appena avviato dal Tribunale per i diritti del malato e che si concluderà nella primavera del 2014, per raccogliere esempi concreti di: sprechi che si annidano nei servizi sanitari, fotografarli e catalogarli dal punto di vista dei cittadini; buone pratiche di “umanizzazione è sostenibilità”, a testimoniare che avere servizi migliori non significa necessariamente spendere di più ma meglio. Leggi di più

    • Tra il dire e il fare: il welfare e la salute a convegno a Padova

      Si terrà a Padova, giorno 7 aprile, l’appuntamento di incontro delle varie realtà che compongono il CARD (Confederazione delle Associazioni Regionali di Distretto) per discutere di welfare e di Sanità all’interno del panorama delle prestazioni sociosanitarie dei distretti locali. Saranno anche presentate e analizzate le esperienze locali e le sperimentazioni. Informazioni sull’evento possono essere rintracciate a questo indirizzo, mentre il sito di riferimento del CARD si trova a questa pagina

    • Tour #sonomalatoanchio a Napoli: chiesto l'intervento dei NAS all'ospedale San Giovanni Bosco

      tour dei diritti napoli

      Ospedale San Giovanni Bosco di Napoli: il Tribunale per i Diritti del Malato-Cittadinanzattiva durante la tappa della campagna "Sono malato anch'io"  chiede l'urgente intervento dei NAS

      "Una situazione che supera l'immaginazione, chiediamo al Ministro di  intervenire  con estrema urgenza per restituire la dignità  e la sicurezza ai pazienti e agli operatori, attivando l'immediato INTERVENTO degli ispettori del Ministero, dei Nas e dei Vigili del Fuoco per verificare la sicurezza di questa  struttura,  la sua effettiva igiene e il rispetto dei diritti dei cittadini". Queste le dichiarazioni di Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva al termine di un sopralluogo al Pronto Soccorso e al reparto di psichiatria del San Giovanni Bosco di Napoli,  durante la tappa cittadina di "sono malato anch'io-la mia salute è un bene di tutti", la campagna itinerante organizzata in occasione del trentacinquennale della organizzazione,  e che vedrà impegnato il Tdm in 23 città  fino al prossimo ottobre.

    • Ticket su Pronto soccorso: prima si diano risposte sul territorio

       

      Cittadinanzattiva su intervista Lorenzin su ticket pronto soccorso: prima di "incolpare" i cittadini si pensi all'assenza di servizi sul territorio

      "Bisogna passare ai fatti e, prima di "punire" scoraggiando o rendendo più difficile per alcuni l'accesso al Pronto soccorso attraverso i ticket, ci si preoccupi di assicurare servizi territoriali ed ospedalieri adeguati ai bisogni di cittadini" è quanto afferma Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva sulle dichiarazioni rilasciate ieri dal Ministro Lorenzin alla trasmissione de La7 "Piazza Pulita". Il Ministro ha parlato di un abuso da parte dei cittadini nel ricorso al PS e dell'opportunità di estendere i ticket per i codici bianchi.

    • Ticket Emilia Romagna: prorogate le misure di sostegno alle famiglie

      ticket tdm 2015 02 19

      Esenzione dal pagamento del ticket per visite, esami specialistici e per l’assistenza farmaceutica per le popolazioni colpite dal sisma e per i lavoratori che hanno perso il lavoro, sono in cassa integrazione, in mobilità o con contratto di solidarietà e per i loro famigliari a carico.

    • Testamento biologico: "Indispensabili fondi sociali e non autosufficienza"

      “Condividiamo l’impianto generale del disegno di legge perché riconosce il diritto all’autodeterminazione della persona, promuove i valori dell’umanizzazione delle cure e della dignità della vita e del fine vita”, questo il commento di Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva audita oggi in Commissione Igiene e Sanità del Senato sul DDL su “consenso informato e disposizioni anticipate di trattamento”..

    • Terapie oncologiche innovative, più semplice l’accesso

      La procedura per la messa a disposizione dei farmaci innovativi antitumorali sarà più rapida: la Commissione Igiene e Sanità del Senato ha appena approvato una mozione che valuta come sufficienti i primi due passi della procedura, quelli di approvazione europea (EMA) e nazionale (AIFA). Sarà eliminata la valutazione regionale, rendendo così i farmaci immediatamente disponibili per i cittadini. Soddisfatte le associazioni di categoria FAVO, AIOM e SIE. Approfondisci qui e qui
    • Tdm: Piano cronicità è fermo sulla carta, i servizi sono carenti e costosi

      attesa piano cronici

      Nelle pagine del Sole24Ore Sanità la riflessione di Tonino Aceti sui dati emersi dal XV Rapporto sulle Politiche della Cronicità, presentato a fine aprile a Roma da Cittadinanzattiva/Tribunale per i diritti del Malato. Il tema è la mancata applicazione del Piano nazionale delle cronicità.

    • Tdm su nuovi tagli alla Sanità: Livelli essenziali e tutele sono a rischio

      “Siamo profondamente delusi e preoccupati per il taglio di 2,352 miliardi di euro al finanziamento del Servizio Sanitario nazionale per l'anno 2015 sancito da Governo e Regioni con l'intesa di ieri. Con questa scelta purtroppo il SSN dovrà contare su circa 220 milioni di euro in meno rispetto al 2014, che diventano 500 milioni se si considera anche il taglio alle risorse per l'edilizia sanitaria.

    • Tavolo per la protezione e la qualità del Servizio Socio Sanitario Nazionale

      Cittadini e professionisti insieme per la "protezione e la qualità del Servizio Socio Sanitario Nazionale".
      Nasce il Tavolo promosso dal Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva e organizzazioni dei professionisti socio-sanitari

      Si è costituito a fine dicembre il "Tavolo per la protezione e la qualità del Servizio Socio Sanitario Nazionale", promosso da Cittadinanzattiva - Tribunale per i diritti del malato (TDM) e che vede tra gli aderenti ANAAO ASSOMED, CARD, CIMO, Federfarma, Nursing up, Nursind, SIMG, Sumai, UILDM.

    • Tavola rotonda su crescita dei bambini come indicatore di salute

      ICGADLogoHoriz dated 2

      Da marzo 2017 l’associazione A.Fa.D.O.C. onlus è diventata membro di ICOSEP, la Coalizione Internazionale che riunisce le Organizzazioni a supporto dei Pazienti Endocrinologici di tutto il Mondo assieme alle società mediche di riferimento.
      Ogni anno i membri del ICOSEP si uniscono in una campagna di informazione sulla crescita dei bambini che ha il suo apice il 20 settembre durante la Giornata Internazionale "CHILDREN'S GROWTH AWARENESS DAY".
      In questi giorni sta partendo in tutta Italia una campagna nazionale di sensibilizzazione da parte della Associazione, attraverso la quale si cercherà di lanciare vari messaggi sui problemi legati alla crescita, ad alcune domande comuni sul tema e, soprattutto, di sensibilizzare i genitori sul concetto che non sempre è corretto “aspettare e vedere” se il bambino crescerà. La crescita irregolare di un bambino potrebbe nascondere importanti problematiche mediche.

    • Tavola rotonda ictus e fibrillazione atriale

      ictus

      “Fibrillazione atriale e ictus cerebrale: una relazione pericolosa”: è il titolo della tavola rotonda organizzata da A.L.I.Ce onlus in occasione della giornata mondiale dell' ictus che si svolgerà a Roma il 29 Ottobre alle 11.30, Camera dei Deputati, sala "Aldo Moro" . Per Cittadinanzattiva/Tribunale per i diritti del malato parteciperà Sabrina Nardi.

      Scarica l'invito e partecipa iscrivendoti ai riferimenti appositi (indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., tel. 06/68134260) entro e non oltre il 21 ottobre prossimo venturo.

    • Tagli alla sanità, a rischio Lea

      tagli2 

      Tribunale per i diritti-Cittadinanzattiva su taglio alla sanità: nel 2015, 220 milioni di euro in meno rispetto al 2014. A rischio Lea e diritti dei cittadini

      "Siamo profondamente delusi e preoccupati per il taglio di 2,352 miliardi di euro al finanziamento del Servizio Sanitario nazionale per l'anno 2015 sancito da Governo e Regioni con l'intesa di ieri. Con questa scelta purtroppo il SSN dovrà contare su circa 220 milioni di euro in meno rispetto al 2014, che diventano 500 milioni se si considera anche il taglio alle risorse per l'edilizia sanitaria. Il tutto verrà scaricato ancora una volta sui redditi delle famiglie" queste le dichiarazioni di Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.

       

    • Superticket: abolirlo subito per facilitare i malati

      Da anni chiediamo di abrogare il superticket di 10 euro sulla ricetta che è diventato strumento definitivo per fare cassa e per allontanare i cittadini dal Servizio Sanitario Nazionale e rendere più difficile l’accesso alle prestazioni sanitarie.

    • Superticket, da abolire!

      abolizione superticket

      "Il superticket sanitario rappresenta un ostacolo all’accesso alle cure dei cittadini: è iniquo e per molti una ragione per rinunciare alle cure. E anche sul suo reale supporto economico al SSN ci sono dubbi: sulla carta è 834 milioni euro l'anno ma da alcuni approfondimenti il reale gettito si aggirerebbe intorno ai 500 milioni di euro. E su questo chiediamo una verifica puntuale e una operazione di trasparenza sul reale gettito".

    • Summer School 2017: "Salvare, Cambiare o Cambiare per Salvare"

      summerschool motoresanità

      Anche quest’anno la Summer School di Motore Sanità (dal 21 al 23) affronterà le problematiche più importanti inerenti il SSN. Il titolo "Salvare, Cambiare o Cambiare per Salvare" indica con chiarezza il percorso della scuola ed i temi più stringenti.
      Si andrà dalla sostenibilità dell’innovazione alla definizione di innovazione. Ai nuovi criteri AIFA con il sistema GRADE per graduare l’importanza innovativa e l’impatto sulla salute dei nuovi farmaci, alla scommessa dell’intelligenza artificiale ed il rapporto tra tecnologia ed operatori sanitari.
      Si ragionerà sul nuovo codice degli appalti e la ricaduta sul procurement della pubblica amministrazione. Si esamineranno le caratteristiche dei più importanti sistemi sanitari europei ed internazionali al fine di individuare, per quanto possibile, le best practices organizzative sia per le reti ospedaliere sia per la medicina territoriale.

    • Su Presa Diretta l'indagine su alimentazione e salute

      presa diretta sazi da morire

      Un'inchiesta dedicata alle cattive abitudini alimentari e al racconto di quanto queste incidono sulla nostra salute. Il Servizio Sanitario Nazionale non riesce ad affrontare la spesa crescente, allora come fare? Domande, risposte e approfondimenti sul tema, nella puntata "SAZI DA MORIRE" del programma di Rai3 "Presa Diretta", andata in onda il 7 marzo.

    • Su manovra finanziaria Tdm positivo: confermato il fondo Sanità con 117 miliardi

      manovra finanziaria

      "La notizia del finanziamento del Fondo Sanitario con 113 miliardi per il 2017 è sicuramente positiva. E' la prima volta dopo tanto tempo, stando alle anticipazioni, che un finanziamento programmato per la sanità pubblica viene effettivamente confermato da una legge dello Stato". Queste le dichiarazioni di Tonino Aceti, coordinatore del Tribunale per i Diritti del Malato - Cittadinanzattiva in merito alle anticipazioni sulla manovra finanziaria.

    • Su La7 confronto sulla sanità

      Tagli alla sanità, accesso ai farmaci, in particolare per l'epatite C, liste di attesa e altre fra le principali questioni sanitarie. Sono questi i temi su cui si sono confrontati martedì 14 luglio numerosi ospiti in studio a "L'aria d'estate", versione estiva de "L'aria che che tira", su La7 .

    • Strutture oncologiche: scopri online i nostri dati per scegliere consapevolmente

      evento monitoraggio

      “Presentato il Monitoraggio civico di Cittadinanzattiva sulle strutture oncologiche: buona la personalizzazione delle cure e la presa in carico del paziente. Da migliorare gestione dei tempi di attesa, informatizzazione e continuità assistenziale.

      Più nel dettaglio, la gran parte delle strutture sanitarie garantisce una adeguata presa in carico dei pazienti oncologici attraverso equipe specializzate, attenzione alla personalizzazione del percorso di cura e rilascio del codice di esenzione già dal sospetto diagnostico nel 50% delle strutture. Buona la comunicazione con il paziente e i familiari, così come l’adeguatezza e il comfort degli spazi nei reparti di degenza e nei day hospital.

    • StopOPG: nessuna proroga alla chiusura, ora si passi alla fase attiva

      Il 31 marzo è scaduto il termine previsto per legge per la chiusura delle strutture Ospedaliere Psichiatrico Giudiziarie; non sono stati prorogati ulteriormente i termini, segno che l’iniziativa istituzionale vuole ufficializzare il giro di boa rispetto l’assistenza ai pazienti ancora ricoverati nelle strutture in questione, con una presa in carico appropriata.

    • StopOPG: Governo prosegue su strada commissariamento per inadempienze

      Il Governo va avanti sulle procedure di commissariamento per 6 regioni che sono inadempienti rispetto alla legge che prevede la chiusura degli Ospedali psichiatrici giudiziari. La Conferenza Stato Regioni, infatti, non ha accolto la richiesta formale della Conferenza dei Presidenti di sospendere l’annunciato commissariamento di alcune Regioni.

    • StopOPG: chiude anche la struttura di Aversa

      Altro passo in avanti verso la chiusura delle strutture ex-Opg presenti sul territorio nazionale: dopo Napoli-Secondigliano e Reggio Emilia, anche Aversa termina le attività.

    • StopOPG: aggiornamento su chiusure e nuove strutture

      Il 31 marzo 2015 era la data stabilita per la chiusura "per legge" delle strutture psichiatrico-giudiziarie; la normativa (legge n. 81 del 2014) stabiliva quindi che i pazienti dovessero essere presi in carico da strutture territoriali capaci di prestare assistenza e tutela. Al momento, però, la legge non sembra di facile attuazione, e le poche strutture R.E.M.S. (Residenze per l'Esecuzione delle Misure di Sicurezza) operative sul territorio sono già sature per via di una insufficienza di posti.

    • StopOPG: 13/14/15 maggio il Festival dei Matti

      Prosegue la chiusura delle strutture OPG (Napoli Secondigliano, Reggio Emilia lo scorso 5 maggio), come da piano, ma in estremo ritardo sia rispetto alle indicazioni normative e giuridiche, che per quanto concerne le necessità dei pazienti e l’organizzazione del territorio.

    • StopOPG visita la REMS di Barete (AQ): il report

      OpgReggio2

      Il 27 ottobre 2016 la delegazione di StopOpg nazionale, formata da Stefano Cecconi e Giovanna Del Giudice e dal presidente di 180amici L'Aquila Sandro Sirolli, ha visitato a Barete (L'Aquila) la Rems provvisoria dell'Abruzzo e del Molise.

      La delegazione è stata accolta del direttore dell'Asl dell'Aquila Vittorio Sconci, dalle due psichiatre della struttura, dalla psicologa e dal coordinatore infermieristico che ringraziamo per la disponibilità ed attenzione con cui ci hanno ricevuto.

    • StopOPG torna in visita a Montelupo Fiorentino

      ll 23 dicembre prossimo, antivigilia di Natale, una delegazione di stopOPG tornerà in visita all’OPG di Montelupo Fiorentino.
      Sarà occasione per incontrare le persone internate e gli operatori, confermando l’impegno del Comitato per la chiusura definitiva dell’OPG, rispondendo ai bisogni di cura dei pazienti e ai diritti dei lavoratori della struttura.

    • StopOPG scrive al Ministro contro il nuovo emendamento

      StopOPG scrive al Ministro della Giustizia Andrea Orlando, al Sottosegretario alla Salute Vito De Filippo e p.c. al Commissario per il superamento OPG Franco Corleone, in relazione all’emendamento al Disegno di Legge 2067 (su garanzie difensive, durata dei processi, finalità della pena ecc), approvato al Senato, che rischia di riaprire la stagione degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari.

    • StopOPG in visita a Montelupo Fiorentino: resoconto e prossimi eventi 2017

      Venerdì 23 dicembre 2016, antivigilia di Natale, una delegazione di stopOPG è tornata a visitare l’OPG di Montelupo Fiorentino.
      L’autorizzazione dal Dipartimento per l’Amministrazione Penitenziaria DAP è arrivata solo pochi minuti prima dell’ingresso. Inoltre, da segnalare negativamente è la scelta del DAP che ha negato l’ingresso in OPG ai giornalisti, con i quali l’incontro si è svolto nella sala colloqui.
      E’ stata un’occasione importante, per incontrare le persone internate e gli operatori, con la direttrice Antonella Tuoni, nella quale abbiamo confermato l’impegno del nostro Comitato per la chiusura definitiva degli OPG, che deve avvenire rispondendo ai bisogni di cura dei pazienti e ai diritti dei lavoratori della struttura. Importante è anche si discuta e si decida finalmente sul destino della struttura.

    • Stop OPG visita le strutture post OPG: le prime quattro tappe

      Dal 30 novembre 2015 una delegazione del Comitato nazionale Stop OPG sta girando l’Italia delle strutture post-OPG (quelle previste dalla legge 9/2012 per la chiusura degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari OPG) per valutarne la rispondenza ai requisiti e la capacità di assistere i pazienti in maniera propria: il viaggio è iniziato da Maniago in Friuli (Aas 5 di Pordenone) e il 3 dicembre si è fatta tappa in Campania per visitare due Rems a Mondragone e a Roccaromana, e il 4 dicembre è stata la volta della regione Lazio a Pontecorvo (Asl di Frosinone). A fine dicembre il viaggio toccherà Aurisina (Trieste), a gennaio 2016 le Rems in Emilia Romagna e poi le altre. 

    • Stati vegetativi: ecco le Linee guida. "Mai più famiglie abbandonate"

      Un sistema integrato, che costruisca un percorso di "dimissione protetta" riducendo al minimo, per quanto consentito dalle condizioni cliniche del paziente, la permanenza nei reparti di rianimazione e intensivi. Approfondisci

    • Stati Generali della Sanità, presente anche Cittadinanzattiva

      Nei giorni 8 e 9 aprile si è tenuto un confronto fra i vari soggetti del mondo della Sanità, con uno sguardo al futuro del Ssn e alla sua sostenibilità; sono state presenti le istituzioni del settore (Ministero alla Salute italiano e i colleghi di Malta, Lituania Lettonia e Grecia), i rappresentanti delle Regioni e delle agenzie ed enti come AIFA e INAIL, oltre che gli ordini professionali, le rappresentanze sindacali e le Associazioni di pazienti e cittadini. Fra queste, Cittadinanzattiva/Tribunale per i diritti del malato. Leggi il comunicato stampa e consulta il programma dell’evento

    • Standard Ospedalieri: su “Monitor” il nostro contributo

      ospedale generica 2015 02 19

      La rivista “Monitor”, pubblicazione curata da AGENAS, nel suo numero 38 tratta del nuovo Regolamento per la definizione degli standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi relativi all’assistenza ospedaliera; il regolamento rappresenta la fase operativa del processo di riqualificazione della Sanità nazionale teorizzato nel Patto con la Salute.

    • Standard assistenza ospedaliera

      ospedale generica 2015 02 19

      Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva su rilievi del Consiglio di Stato sul Regolamento per Standard Ospedalieri: ci si sta dimenticando del resto dell'assistenza

      "Cogliamo l'occasione del rilievo fatto dal Consiglio di Stato sullo schema di decreto sugli standard ospedalieri per sollecitare Ministero e Regioni a ridefinire ed approvare in modo tempestivo, coordinato e simultaneo i regolamenti per tutti quegli ambiti dell'assistenza socio-sanitaria che ad oggi sono fermi al palo", ad affermarlo Tonino Aceti, Coordinatore Nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.

       

    • SSN e crisi economica

      Nella puntata di Ballarò, Rai Tre, del 25 novembre, una intervista anche a Tonino Aceti, coordinatore del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva, nel servizio in onda dal minuto 2:20:10 sugli effetti del ticket. Guarda il video

    • Sprechi e buone pratiche: il progetto per capire “I due volti della sanità”

      Cittadinanzattiva, con la collaborazione di Farmindustria, realizza per l’anno 2013 e 2014 il progetto “I due volti della Sanità”, raccogliendo le segnalazioni di cittadini e professionisti a proposito di sprechi e buone pratiche. Gli ambiti di segnalazione sono quelli che vanno dalla burocrazia eccessiva all’organizzazione dei servizi, o che riguardano il sotto-utilizzo di risorse umane e materiali. Vai alla pagina apposita per saperne di più sul progetto e segnala negli relativi form gli sprechi e buone pratiche.

    • Sprechi e buone pratiche: il progetto "I due volti della sanità" continua

      L'iniziativa di Cittadinanzattiva "I due volti della Sanità", con cui si chiede a tutti di segnalare buone pratiche e sprechi all'interno dell'offerta dei servizi sanitari, continua; il progetto intende invitare i cittadini alla analisi delle criticità, offrendo anche un contributo concreto al miglioramento delle politiche sanitarie in termini di sostenibilità. L'apposita pagina del progetto permette di approfondire il tema e di accedere direttamente ai form di segnalazione. Leggi tutto

    • Sprechi e buone pratiche in sanità: la presentazione il 16 marzo

      Invito Sprechi e buone pratiche copy

      Cittadinanzattiva/Tribunale per i diritti del malato presenta i risultati raggiunti dall’indagine civica sugli sprechi, con il progetto “I Due volti della sanità. Tra sprechi e buone pratiche - La road map per la sostenibilità, vista dai cittadini”. L’evento è previsto per il 16 marzo, dalle ore 10.00 alle ore 13.00, presso la Sala De Luxe della Casa del Cinema a Villa Borghese -  Largo Marcello Mastroianni, 1, Roma.

    • Sprechi e buone pratiche in sanità: il 16 marzo la presentazione del Rapporto

      Si terrà il 16 marzo a Roma, presso la Sala Deluxe della Casa del Cinema, Largo Marcello Mastroianni 1 (ore 10-13), la presentazione del Rapporto “I due volti della sanità. Tra sprechi e buone pratiche. La road map per la sostenibilità vista dai cittadini”, promosso da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato, con il sostegno non condizionato di Farmindustria.
      Cittadinanzattiva riveste tradizionalmente un ruolo di sentinella civica rispetto ai disservizi, allo spreco di risorse, alla burocrazia inutile che si ripercuotono sui cittadini mettendo a rischio la garanzia del diritto ad un accesso tempestivo e qualitativamente adeguato a servizi e prestazioni sanitarie.
      Per questo motivo, sono stati raccolti nel Rapporto esempi concreti di spreco in sanità, dal punto di vista dei cittadini: per offrire a decisori e amministratori uno strumento pratico di riorientamento delle politiche, in vista di una migliore efficienza dei servizi.
      Alla “pars destruens”, rappresentata dall'analisi degli sprechi, segue quella “costruens”, grazie alla forza positiva del premio Andrea Alesini che, giunto quest’anno alla 12° edizione, promuove e incentiva la conoscenza e la diffusione di buone pratiche al fine di trasformare le singole esperienze in “sistema”.

    • Sprechi e Buone Pratiche in sanità: il 16 marzo doppio appuntamento

      Invito Sprechi e buone pratiche

      Si terrà in data 16 marzo, dalle ore 10.00 alle ore 13.00, presso la Sala De Luxe della Casa del Cinema a Villa Borghese -  Largo Marcello Mastroianni, 1, un doppio appuntamento con le attività di raccolta dati e presentazione delle politiche di Cittadinanzattiva/Tribunale per i diritti del malato, in occasione della diffusione dei risultati raggiunti dall’indagine civica sugli sprechi, con il progetto “I Due volti della sanità. Tra sprechi e buone pratiche - La road map per la sostenibilità, vista dai cittadini” e la cerimonia di premiazione per il XII “Premio Andrea Alesini per le buone pratiche in Sanità“.

    • Sperimentazione di analisi civica dei contratti di erogazione dei servizi mensa nelle strutture sanitarie

      ristorazione sanitaria

      L’alimentazione, soprattutto quando la persona ha problemi di salute, costituisce un fattore di cura importante che concorre nel più “ampio” percorso terapeutico della persona malata;

      In linea con gli obiettivi di tutela della salute, garanzia di qualità e sicurezza, lotta agli sprechi e inefficienze, è nata l’idea di una “Sperimentazione di analisi civica dei contratti di erogazione dei servizi mensa nelle strutture sanitarie”: un’analisi civica “pilota” sui contratti e capitolati d’appalto e un questionario rivolto ai pazienti, di 5 strutture sanitarie in Italia, per raccogliere   la loro esperienza su qualità dei cibi e bevande, modalità e orari di distribuzione, personalizzazione delle diete, attenzione alle preferenze alimentari per credo religioso.

    • Spending Review: tagli alla Sanità eccessivi per Regioni, Lea a rischio

      È negativa la valutazione delle indicazioni di Renzi, a proposito della Spending Review e della parte della stessa che interessa il sistema sanitario. Il Governo chiede un altro 3% di riduzione delle spese per ogni Ministero, e in ambito sanitario le Regioni parlano di rottura dei patti e di impossibilità a garantire l’erogazione anche dei Lea. Approfondisci l’argomento su www.huffingtonpost.it e www.repubblica.it

    • Spending review non funziona per ASL e AO: l’analisi di F.I.A.S.O.

      La Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere (FIASO) rende noti i dati dell’analisi dei servizi offerti da 45 fra ASL e Aziende Ospedaliere; negativa la valutazione: “Segnali inquietanti, regioni virtuose incluse”. Il tentativo di risparmio di circa 3 miliardi di euro potrebbe trasformarsi in una riduzione dei servizi. Leggi la notizia e approfondisci

    • Spending review in sanità Indagine su professionisti

      tagli sanità 2015 02 15

      Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato su Spending Review in sanità. Non sia come in passato: finora compromessi sicurezza, qualità e tempi di accesso. Giù le mani dal Fondo Sanitario Nazionale.

      "Altri tagli al fondo non sarebbero sostenibili né per i cittadini, né per il SSN: si trasformerebbero in mera riduzione dei servizi, compressione dei diritti e delle tutele. Abbiamo già pagato e tanto in termini di qualità, sicurezza e accessibilità alle cure. Tra tagli alle risorse e ai servizi, peso di ticket e tasse, blocco del turn over, promosse disattese di rilancio del territorio, i cittadini fanno sempre più fatica a curarsi, soprattutto in alcune aree del Paese. Il nodo vero oggi non è quanto spendiamo, ma come spendiamo e come amministriamo i servizi. In questo senso, la spending review che ci aspettiamo dovrebbe, ad esempio, aggredire le esistenti duplicazioni di centri decisionali, funzioni e strutture: assorbono risorse impropriamente e penalizzano l'equità di accesso alle cure per i cittadini". Queste le dichiarazioni di Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.

       

    • Spending review in sanità

      Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato su spending review: in sanità sì ai risparmi, no ad ulteriori tagli. E quanto risparmiato sia reinvestito nel SSN

      "Sì a risparmi in sanità, un no assoluto, invece, ad ulteriori tagli. E i risparmi siano reinvestiti nel Servizio sanitario nazionale per alleggerire il peso dei ticket, aggiornare i Livelli essenziali di assistenza e rafforzare l'assistenza territoriale", è quanto afferma Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva in merito alle dichiarazioni del commissario Cottarelli sui tagli alla spesa pubblica nella sua audizione al Senato.

    • Spending review e sanità

      Il Ministro della Salute Balduzzi annuncia di aver individuato 7 miliardi di spesa in beni e servizi "rivedibili" nel settore sanitario. Leggi di più

    • Spazientiamoci

      Si tratta di una campagna promossa da Cittadinanzattiva al fine di ricevere segnalazioni di scarsa pulizia nelle strutture ospedaliere.

      Se sei in ospedale e noti rifiuti abbandonati, biancheria sporca, imbrattamenti non rimossi, segni di scarsa pulizia (cartacce, mozziconi di sigaretta, escrementi di animali, etc.), colature e chiazze d'acqua, fili elettrici scoperti, inviaci una foto o un piccolo video precisando il luogo, l'ospedale e la data della segnalazione.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.